Quella che sta per iniziare, al Teatro Concordia di Venaria, sarà una stagione dedicata alla letteratura, alla sostenibilità ambientale, all’impegno civico, al teatro dei bambini e quello emergente.

«La stagione riemerge». Questo il mood della nuova stagione, presentata giovedì sera, 29 settembre, nello stesso teatro, alla presenza del presidente di Fondazione Via Maestra, Diego Donzella; del direttore artistico Mirco Repetto; del sindaco Fabio Giulivi; dell’assessore alla Cultura, Marta Santolin; e di Nadia Macis, responsabile della programmazione artistica e culturale (Teatro e Danza) di «Fondazione Piemonte dal Vivo».

Spettacoli teatrali, concerti, incontri, favole per bambini. Un ricco ventaglio di proposte per tutte le età per un 2022-2023 che «sarà l’anno del rilancio dopo il lungo periodo della pandemia», sottolineano gli attori protagonisti della serata.

«La programmazione multidisciplinare continua ad essere la cifra artistica con cui si porterà avanti il progetto Concordia. Lo sviluppo di un piano triennale fino al 2024 consente di ipotizzare e lavorare con obiettivi precisi e rafforzare l’identità del Concordia, che continua ad essere un punto di riferimento culturale per tutta l’area metropolitana, per la sua vocazione a ricercare nuovi linguaggi teatrali ed esperienze sia con il progetto Officina Teatro, sia allo spazio della Stand up comedy, sia per la danza con lo spettacolo “This is Mix” con le coreografie di Denise Zucca e con il circo della scuola Flic di circo di Torino. Senza dimenticare i concerti, gli spettacoli per bambini, con la rassegna Favole a Merenda e il progetto la Scuola va a Teatro, con 4mila presenze», hanno spiegato Repetto e Donzella.

“Il Teatro della Concordia si mostra come uno dei riferimenti culturali della città e per tutto il territorio metropolitano e regionale. Dopo la pandemia, è salda la certezza che la cultura intesa in tutte le sue forme artistiche, rappresenta oggi più che mail un bisogno a cui la società non può rinunciare. La Cultura non isola, anzi per il Teatro si aprirà con una stagione partecipata, rivolta a un pubblico eterogeneo e a tutte l’età”, commentano Giulivi e Santolin.

Il Programma

Si comincia, già, domenica 2 ottobre 2022, alle 16, con la lirica. Lo spettacolo “Madama Butterfly” di Giacomo Puccini, con un’introduzione del regista Gualtiero Ristori darà il via alla nuova stagione. Mentre, per il teatro dei grandi nomi arriveranno sul palco: Tullio Solenghi con lo spettacolo ““Dio è morto e neanch’io mi sento tanto bene” (17 novembre), Alessandro Bergonzoni “Trascendi e sali”, il suo 15esimo debutto teatrale. E poi per citarne alcuni: Andrea Pennacchi, Lello Arena Chiara Francini, Ambra Angiolini, Veronica Pivetti, Neri Marcorè.

Per i grandi concerti live compaiono: Rocco Hunt (18 ottobre),Gemitaz& MadMan (19-20 ottobre), Annalisa (27 ottobre), Cristina D’Avena&GemBoy (4 novembre), La Rappresentante di Lista (9 novembre), i Verdena (16 novembre) e il concerto dei Sunshine Gospel Choir (doppia data: 7-8 dicembre). E molti altri.

Per il progetto Officina Teatro, dove si incontrano letteratura teatro e ambiente, si muovono Nicola La Gioia, con la messa in scena della “La Città dei Vivi”, lo psicologo Massimo Recalcati con un’indagine a due voci sul romanzo omonimo “La Strada” di Cormac McCarthy e con un testo dello scrittore Daniel Pennac; Max Casacci e Mario Tozzi in “Earthphonia; Giobbe Covatta con “6°(Sei Gradi). Il palco del Concordia rivedrà anche il grande nome di Elio Germano con “Segnale d’allarme (15 novembre, fruibile solo con i visori 3D).

Per Teatro e impegno civico: “Little Boy” – il nome in codice della bomba atomica sganciata su Hiroshima il 6 agosto del 1945 – Roberto Mercadini porta in scena uno spettacolo sulla storia vera, quanto incredibile, della nascita della bomba atomica (10 novembre). “Finché morte non ci separi” della compagnia «Liberipensatori Paul Valéry» è una denuncia contro il femminicidio scritta da un uomo che si è messo nei panni delle vittime (25 novembre).

E dopo il periodo della pandemia, torna finalmente il «Gran Galà di Capodanno», per sabato 31 dicembre 2022, dalle 21, a cura di Bis Eventi e Ridi Fanpage.

Tutti gli spettacoli, sono organizzati dalla Fondazione Via Maestra, con il sostegno di Città Venaria Reale, con il Mic Regione Piemonte e Fondazione Piemonte dal Vivo e Fondazione CRT.

Info biglietteria: www.teatrodellaconcordia.it; 011-4241124; orari di apertura: lunedì 9.30-13; dal martedì al venerdì, 9.30-13 e 14.30-18. Il pomeriggio dello spettacolo, dalle 15, e alla sera, dalle 20. Tutti i biglietti si possono acquistare online: www.teatrodellaconcordia.it, www.vivaticket.com.

Silvia Iannuzzi

Galleria fotografica

Articoli correlati