Dopo otto anni, la Città di Venaria rientra nell'Anci, l'Associazione Nazionale dei Comuni Italiani.

«Si tratta di uno strumento importante per la difesa e l'affermazione del principio delle autonomie comunale, rappresentando gli associati nei confronti degli organi centrali dello Stato, promuovendo lo studio di problemi che interessano i Comuni intervenendo con propri rappresentanti nelle sedi in cui si discutono gli interessi delle autonomie locali, prestando consulenze agli associati, partecipando alla contrattazione collettiva per il personale degli enti locali, promuovendo e coordinando in via esclusiva le relazioni internazionali e le attività di cooperazione allo sviluppo, nello spirito di solidarietà fra i governi locali.

Inoltre l'Anci è punto di incontro delle esperienze e delle esigenze degli amministratori; la sua azione assicura, pur nella diversità delle situazioni locali, un necessario coordinamento fra le autonomie. In particolare cura l'informazione, l'aggiornamento e l'approfondimento delle varie tematiche che riguardano la vita delle autonomie, attua processi di formazione finalizzati ad assistere gli enti soprattutto in occasione di innovazioni organizzative rese necessarie dalle modifiche legislative.

In un periodo così particolare, fortemente condizionato da emergenze e problematiche trasversali o sfide impegnative, come il Pnrr, era doveroso rientrarvi», spiega il sindaco Fabio Giulivi.

Galleria fotografica

Articoli correlati