Sono in corso le indagini da parte dei carabinieri di Grugliasco per dare un nome e un volto all’autore, o agli autori, dell’incendio doloso che martedì notte ha colpito la piscina “Poligru” di corso Allamano a Grugliasco. 

Ignoti hanno prima tagliato la recinzione esterna, per poi raggiungere alcuni gazebo presenti nelle immediate vicinanze della vasca della piscina, per poi appiccare il fuoco mediante del combustibile che era presente in una tanica.

Tanica che è stata ritrovata dai militari subito dopo il loro arrivo sul posto, dopo una chiamata ricevuta da alcuni cittadini che hanno visto le fiamme divampare dalla struttura.

I danni sono ingenti, anche se ora i titolari dovranno fare il mero calcolo di cosa è andato distrutto dal rogo. Come strutture, sedie, lettini, un televisore e altro materiale. Che ora dovrà essere ricomprato in fretta e furia, visto che proprio questo sabato la struttura riaprirà i battenti, così come confermato dal gestore. 

Sul posto, per lo spegnimento dell’incendio, anche i vigili del fuoco. I militari della compagnia di Rivoli stanno controllando le immagini del sistema di videosorveglianza della struttura e delle zone limitrofe, alla ricerca di qualche dettaglio utile alle indagini. Come, ad esempio, l’eventuale auto utilizzata dal piromane per fuggire dopo aver dato fuoco alla struttura.

Galleria fotografica

Articoli correlati