Il primo punto del programma elettorale di Linda Genre, candidata sindaco ad Alpignano e sostenuta dalle liste civiche Alpignamo e Cittadini Alpignano, è anche il suo primo impegno: la viabilità. Se ne parlerà giovedì 3 settembre alle ore 17 alla Città Metropolitana di Torino dove la candidata alla carica di primo cittadino alpignanese ha chiesto e ottenuto un incontro a cui parteciperà anche il «Comitato Ponte nuovo Alpignano». “La viabilità è il primo punto del nostro programma che è volutamente strutturato per poter essere attuato da qui nasce l’idea di bussare alla prima porta che conta – spiega Linda Genre, 39 anni, nata e cresciuta ad Alpignano dove lavora come dentista ed è madre di Ginevra, Miranda e Adelaide – immagino Alpignano con collegamenti stradali sicuri ed efficaci ma soprattutto aperti, in particolare i ponti, la immagino con strade asfaltate e meno traffico, con marciapiedi in ordine, arredi urbani, aree verdi dedicate allo svago e all’aggregazione sociale, la immagino da imprenditrice e amante di questa città, pronta per la ripresa delle attività economiche e culturali. Per questo ho accettato questa sfida e incontrerò con una delegazione spontanea di cittadini l’ente che ha in gestione il Ponte Nuovo per aprire un tavolo di discussione e a seguire parlerò ai cittadini”. Tra i punti programmatici e all’ordine del giorno per l’incontro in Città Metropolitana c’è infatti la gestione del Ponte Nuovo e l’ipotesi di un terzo Ponte che serva tutta l’area. La viabilità al centro dell’impegno del progetto “Facciamo Alpignano” con il quale Linda Genre si presente alle elezioni amministrative del 20 e 21 settembre.

Galleria fotografica

Articoli correlati