VENARIA - «Auschwitz dall'alto: il plastico della Memoria»: il capolavoro de «I Retroscena» e del «296 Model»

| Un successo senza precedenti per un lavoro realizzato in 5 mesi

+ Miei preferiti
VENARIA - «Auschwitz dallalto: il plastico della Memoria»: il capolavoro de «I Retroscena» e del «296 Model»

Per la “Giornata della Memoria”, le associazioni "I Retroscena" e “296 Model Venaria” hanno deciso di dare vita ad un progetto davvero unico nel suo genere: “Auschwitz dall'alto- il plastico della Memoria”.

 

Un progetto che ha portato, sabato 26 gennaio, nella sede dell'Avis di viale Buridani, decine di persone a rimanere in silenzio e addirittura a piangere davanti a quello che possiamo definire, senza problemi, un vero capolavoro. 

 

Capolavoro messo in piedi in davvero pochissimo tempo: “in cinque mesi e qualche giorno”, come spiegano Monica Vietti (I Retroscena) e Gennaro Ciotola (296 Model).

 

L’obiettivo era davvero importante: realizzare un qualcosa di innovativo e multimediale per ricordare ai giovani e agli adulti una delle pagine più sconvolgenti e brutte della storia europea e mondiale.

 

Entrambe le associazioni hanno condiviso l'idea - unica nel suo genere- di creare in scala una riproduzione del campo di sterminio di Auschwitz-Birkenau e sul quale sono poi state proiettate una serie di scene di vita vissuta raccontate da "I Retroscena" sulla base del libro "L'istruttoria" di Peter Weiss. 

 

E se Primo Levi diceva che “la memoria è necessaria perché gli avvenimenti che si dimenticano possono ritornare”, "Auschwitz dall'alto-il plastico della memoria” ha lo scopo di non far dimenticare il terrificante momento dell'Olocausto. 

Il “Plastico della Memoria”, in scala 1:200, è stato reso possibile dalle mani laboriose di alcuni modellisti del 296 Model di Venaria, che lo hanno realizzato magistralmente: Carlo Martini, Riccardo Mantovan, Carlo Rionda, il cavalier Gian Battista Ruffino (di 86 anni, ma ancora con tanta vitalità, ndr), Italo Rocchetti, Armando Dalbello, Giuseppe Sanfratello, Corrado Coroneo, Giovanni Reviglio, Giacomo Massa, Albino e Luca Ingrassia, Giuseppe Stramaglia e Gennaro Ciotola.

 

"Il plastico è stato realizzato in cinque mesi di lavoro a partire da giugno, dopo lo studio di una planimetria e ha richiesto molta precisione e manualità per una dimensione di 2,5 m x 1,90 m. Il progetto ha un corpo di guardia in scala 1:186 "N" per permettere il passaggio del treno, e 1:200 la parte destinata agli uomini sia per le donne. Alcuni pezzi, come la recinzione, sono stati realizzati in legno leggero in betulla avion e completati con l'esperienza del cavalier Gian Battista Ruffino. La novità, per noi è stata anche quella di aver integrato la stampante in 3D con la nostra manualità, che ci ha permesso di entrare nel dettaglio e nel ricordo vivo di quello che erano stati i terribili campi di sterminio, dai vagoni con la garitta alle camere a gas. Inizialmente sembrava un modello qualsiasi ma in realtà, anche per noi è stato un viaggio perché mentre realizzavamo il sentiero che porta ai forni e quindi alla morte, ci siamo resi conto con la memoria che stavamo ripercorrendo quell'orrore.  Siamo entrati nel vivo del progetto e ogni volta che lavoravamo lo facevamo in silenzio, ma era un silenzio di sgomento. Ed è la stessa sensazione che si prova quando, ognuno di noi è in visita nei campi di sterminio”.

 

Ma oltre al modellino, c’è anche il racconto di quel periodo, che ha reso ancora più unica questa esperienza. E il merito è del regista venariese Marco Perazzolo, di Monica Vietti ed Enrico Alliana (adattamento testi), di Ivano Voghera (ideazione e video mapping), di Paolo Gho (grafica ed animazione) e degli stessi attori Fabrizio Demaria, Paolo Arsento, Corrado Rubino, Rossella Lucco Navei, Luca Martino, Chiara Giovara, Enrico Alliana, Diana Libergoliza, Riccardo Boano, Simone Giay Levra, Tommaso Padovano, Klaudia Bossi Zabielska, Silvia Ferrero e Luca Voghera. 

 

“Auschwitz dall'alto- il plastico della Memoria” sarà anche presentato l'8 febbraio a Pianezza per le scuole di primo e secondo grado alle 9.30 con replica alle 10,45 e alle 21 per tutta la cittadinanza, presso il Salone delle Feste di via Moncenisio 5.

 

Silvia Iannuzzi

 



Galleria fotografica
VENARIA - «Auschwitz dallalto: il plastico della Memoria»: il capolavoro de «I Retroscena» e del «296 Model» - immagine 1
VENARIA - «Auschwitz dallalto: il plastico della Memoria»: il capolavoro de «I Retroscena» e del «296 Model» - immagine 2
VENARIA - «Auschwitz dallalto: il plastico della Memoria»: il capolavoro de «I Retroscena» e del «296 Model» - immagine 3
VENARIA - «Auschwitz dallalto: il plastico della Memoria»: il capolavoro de «I Retroscena» e del «296 Model» - immagine 4
VENARIA - «Auschwitz dallalto: il plastico della Memoria»: il capolavoro de «I Retroscena» e del «296 Model» - immagine 5
VENARIA - «Auschwitz dallalto: il plastico della Memoria»: il capolavoro de «I Retroscena» e del «296 Model» - immagine 6
VENARIA - «Auschwitz dallalto: il plastico della Memoria»: il capolavoro de «I Retroscena» e del «296 Model» - immagine 7
VENARIA - «Auschwitz dallalto: il plastico della Memoria»: il capolavoro de «I Retroscena» e del «296 Model» - immagine 8
VENARIA - «Auschwitz dallalto: il plastico della Memoria»: il capolavoro de «I Retroscena» e del «296 Model» - immagine 9
VENARIA - «Auschwitz dallalto: il plastico della Memoria»: il capolavoro de «I Retroscena» e del «296 Model» - immagine 10
VENARIA - «Auschwitz dallalto: il plastico della Memoria»: il capolavoro de «I Retroscena» e del «296 Model» - immagine 11
Cronaca
COMMERCIO IN ZONA ARANCIONE - Nuovi orari, i negozi che riapriranno, le regole da rispettare
COMMERCIO IN ZONA ARANCIONE - Nuovi orari, i negozi che riapriranno, le regole da rispettare
Le attività commerciali riapriranno, senza però rinunciare alla prudenza: ci sarà la possibilità di fruire al massimo degli orari di apertura fino alle 22.
ZONA ARANCIONE - Ecco cosa cambia a partire da domenica 29 novembre
ZONA ARANCIONE - Ecco cosa cambia a partire da domenica 29 novembre
Ancora poche ore e, dalla mezzanotte di domenica 29 novembre, il Piemonte finalmente passa in zona arancione, accantonando la zona rossa.
TORINO-VAL DELLA TORRE - Addio a Pietro Sanna, imprenditore e benefattore: aveva 82 anni
TORINO-VAL DELLA TORRE - Addio a Pietro Sanna, imprenditore e benefattore: aveva 82 anni
Il Covid lo ha strappato all'affetto dei propri cari. In paese aveva fatto realizzare, a proprie spese, un parco giochi. Era originario di Silanus, in provincia di Nuoro.
CASELLE - In aeroporto sbarca il Covid Test Point: a pagamento, aperto a tutta la popolazione
CASELLE - In aeroporto sbarca il Covid Test Point: a pagamento, aperto a tutta la popolazione
Continua, come già in precedenza, l’attività di screening obbligatoria e gratuita dedicata ai passeggeri in arrivo da Francia, Spagna, Gran Bretagna e Paesi Bassi con voli diretti sull’Aeroporto di Torino.
MAPPA CORONAVIRUS - Diminuiscono i casi a Venaria, Druento, Collegno, Rivoli, Pianezza
MAPPA CORONAVIRUS - Diminuiscono i casi a Venaria, Druento, Collegno, Rivoli, Pianezza
Di seguito i dati diramati dall'Unità di Crisi regionale oggi, venerdì 27 novembre 2020, nei nostri Comuni.
INCIDENTE IN TANGENZIALE - Scontro fra tre auto: una si ribalta, una persona ferita FOTO
INCIDENTE IN TANGENZIALE - Scontro fra tre auto: una si ribalta, una persona ferita FOTO
Il traffico è stato dirottato in prima e seconda corsia di marcia. Le cause sono in fase di accertamento da parte degli agenti della polizia stradale di Torino.
VENARIA - Ultima rata Tosap rinviata ad aprile 2021. Monetizzazione parcheggi: sospese le rate
VENARIA - Ultima rata Tosap rinviata ad aprile 2021. Monetizzazione parcheggi: sospese le rate
Nuovi provvedimenti da parte di Palazzo Civico per venire incontro al commercio locale visto il lockdown causato dall'emergenza Covid-19.
COLLEGNO - Approvata la variante urbanistica per la riqualificazione dell'ex area Mandelli
COLLEGNO - Approvata la variante urbanistica per la riqualificazione dell
Durante il consiglio comunale di ieri sera, giovedì 26 novembre 2020, si è posto fine ad anni di polemiche e proteste.
CASELLE-BORGARO - Passeggia per la città ma è positivo al Covid: denunciato dai carabinieri
CASELLE-BORGARO - Passeggia per la città ma è positivo al Covid: denunciato dai carabinieri
E' successo nel pomeriggio di ieri, giovedì 26 novembre 2020, in via Dei Cuccioli a Caselle. Un caso analogo era successo una settimana fa a Venaria.
VENARIA - Sorpreso nel garage mentre era intento a rubare: 31enne venariese arrestato
VENARIA - Sorpreso nel garage mentre era intento a rubare: 31enne venariese arrestato
Nell’ambito dei controlli del territorio disposti dal Comando Provinciale dell'Arma dei carabinieri
Le news di Venaria, Druento e venariese le trovi su QuotidianoVenaria.it
Le notizie di Venaria le trovi su QuotidianoVenaria.it!
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Venariese in tempo reale!
QuotidianoVenaria è un supplemento telematico di QuotidianoCanavese, testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Editore