Visita lampo, oggi pomeriggio, mercoledì 16 settembre 2020, in una Venaria transennata, per il leader della Lega, Matteo Salvini, impegnato nella conclusione della campagna elettorale per Regionali e Amministrative.

Il senatore è giunto nella Reale a pochi giorni di distanza dalle polemiche sorte a seguito del post del candidato consigliere del Pd, Fabio Tumminello, che aveva postato una foto "Salvini Appeso" a corredo di una battuta poco felice. Post che ha portato a un vespaio di polemiche nei giorni più caldi della campagna elettorale e, contestualmente, allo stop della campagna elettorale del candidato consigliere, che ha persino annunciato le dimissioni al primo consiglio comunale in caso di sua elezione.

Salvini si è prima trattenuto con i media nella sede del comitato elettorale di Fabio Giulivi, candidato per il centrodestra venariese, per poi andare a salutare alcuni commercianti della zona e sostare per un breve saluto in piazza Pettiti, dove i militanti venariesi della Lega hanno allestito un gazebo per l'occasione, preso d'assalto dai tanti fans del "Capitano" (con il cordone di sicurezza gestito, tra gli altri, dai candidati consiglieri Marco Scavone, Marco Palmieri, Marco Carmagnola e Michelangelo Matteucci, ndr).  

“Chiudiamo questa brutta pagina. Per me il caso è chiuso. Ma gli ricordo che con le minacce non si scherza e quella battuta non posso etichettarla come goliardata. Ora è tempo di andare avanti. Perché tutti dobbiamo pensare ai nostri obiettivi: vincere le amministrative e le regionali e mandare a casa questo Governo. E Venaria, dopo anni di malgoverno cittadino a tinta Pd e 5 Stelle, dopo tre commissariamenti, è ora che si faccia governare da un sindaco di centrodestra, civico e preparato come Fabio Giulivi”.

In piazza anche diversi contestatori che hanno intonato Bella Ciao ed esposto cartelli contro il leader della Lega.

(Ha collaborato Silvia Iannuzzi)

Galleria fotografica

Articoli correlati