Michael "Mickey" Goldmill era l'allenatore di Rocky, il famoso personaggio della saga che ha visto protagonista Silvester Stallone.

A Collegno, nella palestra della "Boxe Collegno", Sante Carlone era tutto e di più: un padre, uno zio, un amico, un confidente, un motivatore. E questo per ognuno dei giovani o degli adulti che quotidianamente salgono sul ring per allenarsi nella palestra collegnese.

Sante Carlone si è spento a 76 anni. Nell'ultimo anno, il lockdown lo ha tenuto praticamente sempre fuori dalla palestra. Dalla sua palestra. Dalla sua seconda casa. E anche in questo ultimo periodo, quando si poteva tornare sul ring per gli allenamenti propedeutici a gare nazionali, le sue condizioni di salute lo hanno frenato. "Ma lui voleva tornare sul ring. Non riusciva a stare distante da quello che era il suo mondo", lo ricorda con affetto Max Perla, maestro di pugilato della Boxe Collegno.

E se è diventato maestro, Max Perla lo deve proprio a Carlone: "Lui credeva tanto in me. Da sempre. Dal primo momento. Lui sapeva motivarti. Per me era una sorta di secondo padre. Mi mancherà. Da oggi non sarà tutto come prima".

I funerali si terranno domani, nella Chiesa Cattolica Parrocchiale Madonna di Campagna di via Cardinal Massaia, alle 11, a Torino.

Galleria fotografica

Articoli correlati