Una storia con un bel lieto fine. L'anatra malconcia trovata a Venaria, dopo essere stata curata al Centro Animali Non Convenzionali di Grugliasco, è stata riconsegnata al suo legittimo proprietario. Per fortuna, specificano dal Canc, non si è trattato di un caso di mala gestione di animali, come invece inizialmente qualcuno aveva ipotizzato.

La povera bestiola abita a Coassolo e ha un bel laghetto a disposizione. Durante la piena del fiume Tesso, negli scorsi giorni di pioggia torrenziale, è stata trascinata via tra acqua e fango finendo nella Stura. In balia della corrente, l’anatra è stata portata, ferita ma viva, fino a Venaria. Il proprietario dell’animale aveva inutilmente cercato di recuperarla, mentre la furia dell’acqua la trascinava via. Appreso che era stata trovata in zona corso Garibaldi e affidata alle cure del Canc si è immediatamente precipitato a Grugliasco per riprenderla e riportarla a casa, saldando tutte le spese veterinarie sostenute.

Nel 2020 il CANC ha soccorso e curato oltre 3.700 animali selvatici, mentre nel 2021 la cifra ha già superato quota 4.450. Il CANC ha sede in largo Braccini 2 a Grugliasco e cura il servizio per conto della Città Metropolitana. Il servizio «Salviamoli Insieme on the road» è attivo 24 ore su 24 sulle linee telefoniche 349-4163385 e 3666867428.

Galleria fotografica

Articoli correlati