Giovedì 5 maggio 2022, il Comune di Borgaro ha premiato Stefano Caruso, 58 anni, campione europeo di Mlaic (Muzzle Loaders Associations International Committee) di tiro con armi storiche ad avancarica ai recenti campionati europei.

L’alpino borgarese, luogotenente in congedo - era alla caserma Montegrappa di Torino, sotto il comando del generale Figliuolo - iscritto all’Ana di Borgaro, capitano della Nazionale Italiana di questo sport molto particolare, ha vinto un torneo molto complesso, causa covid: «il torneo si è svolto a distanza. Ogni nazione che ha partecipato ha scelto un luogo per svolgere la gara, con la supervisione di atleti e dirigenti di una nazione vicina. Tutti i punteggi dei partecipanti sono stati poi inviati alla Federazione internazionale che ha poi stilato la graduatoria finale in base ai punteggi dei 449 atleti in gara, per 18 nazioni e 1772 prestazioni complessive», racconta Caruso durante l’incontro in municipio.

Caruso non è nuovo alle vittorie. Nel suo palmares spiccano quattro medaglie d'oro e un argento all’European Masters Games 2019 di Torino; un argento a squadre nel 2018; un argento ai mondiali 2017; un oro al Grand Prix of Austria 2017, tanto per citarne solamente alcune.

«È il primo italiano a vincere questo titolo europeo. Siamo orgogliosi di poter avere tra i nostri concittadini uno sportivo di questo calibro. L’auspicio è di poterci rivedere quanto prima, per festeggiare nuovi traguardi e nuovi titoli», commentano il sindaco Claudio Gambino, il consigliere con delega allo Sport, Paolo Massa, e il consigliere Salvatore Giuseppe Insalaco, presenti alla cerimonia.

E il traguardo stagionale sarà il campionato del mondo in Germania, ad agosto: «Spero in un grande risultato. Sarà bello vedere tanti amici a distanza di tempo, vista la pandemia. Sarà una gara dura ma darò tutto me stesso per portare a Borgaro un’altra medaglia», conclude Caruso.

Galleria fotografica

Articoli correlati