A Rivoli i militari dell’Arma hanno bloccato una donna di 56 anni di Torino e un uomo di 46 anni di Milano, autori di una truffa ai danni di un anziano commerciante del luogo del settore e-commerce.

Nei giorni scorsi la vittima aveva denunciato ai carabinieri della Compagnia di Rivoli che la donna dal portamento distinto si era presentata in negozio ben quattro volte chiedendo di ritirare merce ordinata online sotto altro nome e di voler pagare il dovuto (cifre considerevoli, attestate intorno ai 1000/1500 euro per ogni ordine) con degli assegni bancari.

Insospettito dall’eccessiva e ravvicinata frequenza degli episodi, il commerciante ha verificato la copertura dei titoli consegnati, scoprendo che gli stessi erano tratti su conti correnti estinti poiché intestati a persone decedute o società fallite. Dopo una serie di servizi di appostamento i militari hanno sorpreso la truffatrice all’interno del negozio mentre pagava con alcuni assegni bancari l’acquisto di tre monopattini e di quattro cellulari, per un importo complessivo di circa 3600 euro.

Il complice era invece appostato a distanza in attesa di caricare la merce su un’auto presa a noleggio. Dagli accertamenti è risultato che gli assegni utilizzati erano tutti collegati a un conto corrente estinto, intestato a una società fallita e sottratti dalla disponibilità del curatore fallimentare.

Galleria fotografica

Articoli correlati