RIVOLI - Cadaveri spariti dal cimitero: ecco gli esposti. Torna a indagare la magistratura

| Tutti gli esposti ora sono vagliati dai carabinieri ma anche dalla magistratura, che dall’autunno 2018 ha aperto una indagine relativa ai cimiteri di Rivoli, Grugliasco e Villarbasse.

+ Miei preferiti
RIVOLI - Cadaveri spariti dal cimitero: ecco gli esposti. Torna a indagare la magistratura
Saranno i carabinieri della compagnia di Rivoli, e di riflesso la magistratura, a dover fare luce sulla sparizione di cadaveri all’interno del cimitero di Rivoli, in corso Francia.

Per il momento sono tre gli esposti fatti da altrettanti cittadini in merito alle ultime operazioni di estumulazione avvenute nel corso delle ultime settimane.

Il primo caso è quello di una di una donna residente in città e che ha denunciato come in occasione del recupero della bara di sua madre, morta nel lontano 1989 a soli 49 anni, abbia scoperto come sotto terra, sotto quel cumulo di terra e ghiaia con sopra una lapide con sopra scritti i dati anagrafici della defunta, non ci fosse nulla: né la bara, né corpo o ossa.

E dal giorno dopo, ovvero dal 12 giugno, tutte le ricerche hanno dato esito negativo. 

Il secondo, invece, è quello relativo ad un uomo di 91 anni, morto nel 2004, il cui corpo non è stato trovato durante le operazioni svolte dall’attuale ditta che gestisce il cimitero, la cooperativa Agridea, che ha svolto tutto l’iter con perizia, come testimoniato dagli stessi parenti dei defunti a oggi introvabili. Anche in questo caso, pure la seconda ricerca ha dato esito negativo, gettando nell’ulteriore sconforto i parenti. 

E poi c’è il caso di un’altra famiglia di Rivoli che, durante le stesse operazioni, ha messo in dubbio come quelli recuperati fossero i resti del loro congiunto. Questo perché è stato trovato con delle scarpe con i lacci ai piedi e non con quel paio di mocassini che, a detta degli stessi parenti, era stato messo all’uomo durante le operazioni di vestizione della salma da parte dei necrofori. 

Tutti gli esposti ora sono vagliati dai carabinieri ma anche dalla magistratura, che dall’autunno 2018 ha aperto una indagine relativa ai cimiteri di Rivoli, Grugliasco e Villarbasse e che vuole fare luce sui casi di cadaveri spostati o spariti prima ancora che avvenissero le operazioni ufficiali di esumazione. Operazioni che avvengono alla presenza del personale della ditta che ha in appalto il cimitero, dell’impresa funebre e dei parenti. 

Una situazione scoperta quasi per caso e solo perché, come nel caso della donna morta nel 1989, la mineralizzazione non si era completata dopo i primi 15 anni di sepoltura, come invece avviene nella maggior parte dei casi. E nel 2004 si era così deciso di concedere altri quindici anni, mentre in casi analoghi - ma dipende da Comune a Comune - una volta estumulato il cadavere non ancora mineralizzato, lo stesso viene posto in un feretro di cellulosa e portato al tempio per la cremazione. Con i costi di trasporto, nuova cassa e cremazione che sono a carico della famiglia o dei parenti del defunto. 

L’indagine della procura di Torino al momento vede indagate una trentina di persone.

<Una situazione incresciosa che lascia molto dispiacere - commenta l'assessore alle politiche cimiteriali di Rivoli, Andrea Filattiera - Ho telefonato ai famigliari per ascoltare la loro rabbia, le loro perplessità e per esprimere la mia personale, e quella del Comune, solidarietà. Ora lasciamo che gli inquirenti e la magistratura facciano le indagini del caso. Noi siamo a disposizione per chiarimenti di carattere tecnico, anche se è palese come le responsabilità non possano essere nostre>.

Cronaca
MAPPA CORONAVIRUS - Aumentano i positivi nella nostra zona: ora sono 972 (+36 in un giorno)
MAPPA CORONAVIRUS - Aumentano i positivi nella nostra zona: ora sono 972 (+36 in un giorno)
Di seguito i dati diramati dall'Unità di Crisi regionale nella serata di venerdì 15 gennaio 2021, nei nostri Comuni.
FIANO-RIVOLI - Sequestrate villa e bosco all'imprenditore Roberto Ginatta, ex patron Blutec
FIANO-RIVOLI - Sequestrate villa e bosco all
Sequestrato anche il bosco limitrofo alla villa stessa, ovvero una fetta pari a cinque ettari.
VENARIA - Restyling della passerella Mazzini, rifacimento strade e Movicentro: ecco i lavori 2021
VENARIA - Restyling della passerella Mazzini, rifacimento strade e Movicentro: ecco i lavori 2021
Proseguono i lavori sulle piazze De Gasperi e Nenni, per il completamento delle sistemazioni delle aree mercatali: opere di illuminazione pubblica e impianti elettrici e completamento pavimentazioni e percorsi pedonali.
VENARIA - Dal Comune soldi alle scuole per sport e benessere psicofisico
VENARIA - Dal Comune soldi alle scuole per sport e benessere psicofisico
Per finanziare la prosecuzione dei progetti di svolgimento di attività sportive in orario scolastico e per proseguire con lo Sportello d'Ascolto.
DRUENTO - Ultime ore per «Natale a Druento»: vinci premi se spendi nei negozi cittadini
DRUENTO - Ultime ore per «Natale a Druento»: vinci premi se spendi nei negozi cittadini
Il primo premio è addirittura una Fiat Panda Hybrid; il secondo una bicicletta elettrica; il terzo un monopattino elettrico.
TORINO-VENARIA - Incendio in un alloggio di via Berrino: anziana intossicata, palazzina evacuata
TORINO-VENARIA - Incendio in un alloggio di via Berrino: anziana intossicata, palazzina evacuata
Sul posto diverse squadre dei vigili del fuoco, la polizia locale di Venaria e Torino e le ambulanze del 118 della Croce Verde Torino.
CASELLE - Ruba 600 euro di prodotti per la casa e per l'igiene: arrestato 21enne
CASELLE - Ruba 600 euro di prodotti per la casa e per l
L’uomo è stato bloccato dal pronto intervento di una pattuglia dell’Arma dopo che aveva superato le casse self service pagando soltanto una bottiglia d’acqua
CASELLE - Ennesimo incidente stradale lungo la provinciale: due feriti, uno grave - FOTO
CASELLE - Ennesimo incidente stradale lungo la provinciale: due feriti, uno grave - FOTO
Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco dei distaccamenti di Caselle e San Maurizio, che hanno faticato non poco prima di estrarre il conducente della Toyota dalle lamiere.
VACCINO ANTI COVID - Già somministrate 86.003 dosi in tutto il Piemonte
VACCINO ANTI COVID - Già somministrate 86.003 dosi in tutto il Piemonte
Sono 8352 le persone che hanno ricevuto la prima dose di vaccino contro il Covid-19 comunicate all’Unità di Crisi della Regione alle 17.30 di oggi, giovedì 14 gennaio 2021.
MAPPA CORONAVIRUS - Aumentano i positivi nella nostra zona: ora sono 936 (+29 in un giorno)
MAPPA CORONAVIRUS - Aumentano i positivi nella nostra zona: ora sono 936 (+29 in un giorno)
Di seguito i dati diramati dall'Unità di Crisi regionale nella serata di giovedì 14 gennaio 2021, nei nostri Comuni.
Le news di Venaria, Druento e venariese le trovi su QuotidianoVenaria.it
Le notizie di Venaria le trovi su QuotidianoVenaria.it!
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Venariese in tempo reale!
QuotidianoVenaria è un supplemento telematico di QuotidianoCanavese, testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Editore