Anche quest'anno è stata lanciata l'operazione "Natale sicuro" per difendere i cittadini dai reati predatori in particolare per tutelare gli anziani. 

Dall’inizio del mese è operativa un'operazione straordinaria di controllo del territorio messa in atto dai carabinieri del Comando Provinciale di Torino per garantire un Natale sereno ai cittadini che affollano le vie della Città in cerca dei primi regali.  Più pattuglie sul territorio e una task force, in borghese e in divisa, contro furti (anche nelle abitazioni), scippi e rapine. Carabinieri in borghese tra la gente per bloccare fenomeni come borseggi e rapine. Per evitare e prevenire spiacevoli sorprese a chi preleva il denaro per pagare i regali, gli sportelli bancomat delle banche più vicini alle zone  dello shopping sono monitorati da pattuglie antirapina. Donne e uomini dell’Arma sul territorio per garantire a tutti serene passeggiate e rendere più piacevole questo periodo di festa.  

A Grugliasco, i carabinieri hanno fermato  un albanese di 19 anni, domiciliato a Torino,  illegalmente tornato in Italia dopo essere stato colpito da un provvedimento d’espulsione. L’uomo è stato  controllato dai  militari operanti in corso Martin Luther King, alle 2130, in compagnia di altri due connazionali a bordo di una macchina. La perquisizione ha permesso di sequestrare vari arnesi da scasso, un passamontagna e diversi paia di guanti in lattice, motivo per cui tutti  stati denunciati per il possesso ingiustificato di chiavi alterate e/o grimaldelli. Il 19enne è stato arrestato per essere rientrato in Italia illegalmente dopo  l’espulsione.

Galleria fotografica

Articoli correlati