Gli svedesi di Volvo, fedeli ad una linea ambientalista che nel nord Europa è molto sentita, si sono dati una “road map green" realmente ambiziosa: entro il 2030, l’intera gamma del marchio Goteborg sarà elettrica, dando l’addio per sempre ai motori a combustione interna, diesel o benzina che siano.

Alla base della strategia, in un tempo che per il mondo dell’auto è brevissimo, c’è una visione futura che non fa una piega: “anziché investire in un settore comunque in declino, preferiamo guardare oltre - ha dichiarato Håkan Samuelsson, presidente di Volvo Cars – siamo concentrati sull’idea di conquistare una posizione di leadership nel segmento delle elettriche alto di gamma”.

È in una visione che st cambiando l’intero mercato dell’auto, che per sopravvivere a se stesso ha necessità di guardare verso un mondo inevitabilmente destinato ad essere diverso, che arriva il Suv XC40 Recharge, uno dei passaggi iniziali della strategia di elettrificazione di Volvo, primo modello di una generazione “BEV” (Battery Electric Vehicle), che non saprà mai cos’è il petrolio.

Spinta da una coppia di motori elettrici sistemati sui due assi, per assicurare la trazione integrale, la XC40 Recharge sviluppa l’equivalente di 408 CV di potenza, 660 Nm di coppia massima, 180 km/h di velocità massima e un’accelerazione 0-100 in 4,9 secondi: il pacco batterie da 75 kWh garantisce 400 km di autonomia e la possibilità di ricaricarla fino all’80% in 40 minuti attraverso una presa da 150 kW in corrente continua.

A livello estetico, la differenza con le sorelle non elettriche sono minime: la calandra anteriore chiusa, perché non ha alcun bisogno di raffreddamento, un paio di badge e – dettaglio fondamentale – la scomparsa dello scarico posteriore, con la presa di ricarica nello stesso sportellino dove un tempo si faceva benzina e o gasolio.

A bordo, inutile cercare il blocchetto della chiave o il pulsante per l’accensione: per partire è sufficiente premere il freno e mettere il cambio in “Drive”. Fra le chicche il sistema “One Pedal”, che sfrutta al massimo la forza rigenerativa concentrando il lavoro di freno e acceleratore in un solo pedale.

Oltre alla consueta eleganza di stile nordico, a garantire i piaceri degli occupanti ci pensa il nuovo sistema “Android Automotive” con schermo verticale a 9”, che utilizza i servizi Google per l’infotainment e la navigazione.

Venduta a listino a circa 60mila euro, la Volvo XC40 Recharge in allestimento “Inscription Expression”, (colore nero, con lighting e park assist), è in promozione a 49.610 euro presso la concessionaria “Auto Group” di corso Giulio Cesare 334, a Torino.

Galleria fotografica

Articoli correlati