Sono le 2 di questa notte, venerdì 16 aprile 2021, quando alla centrale operativa della polizia di Stato viene diramata la nota di evasione di un ragazzo che ha abbandonato la casa della nonna, dove scontava i domiciliari per furto e spaccio.

In quel momento si sapeva solo che il ragazzo era scappato dall’abitazione della nonna probabilmente alla ricerca di droga a bordo di un’autovettura di piccola cilindrata.

Fino a quando, nel corso della notte di venerdì 16 aprile, i poliziotti del commissariato di Rivoli trovano una minicar che percorre corso Francia, nel territorio di Rivoli, attorno alle 3.

I poliziotti fermano quella macchina di colore giallo e nero, in pessime condizioni e priva di targa. Quando iniziano il controllo, il giovane conducente inizia a scalciare e dimenarsi, tirando dei pugni all’indirizzo degli operatori, uno dei quali rimane ferito con prognosi di cinque giorni.

Inevitabilmente viene arrestato per evasione e resistenza a pubblico ufficiale e denunciato per aver violato le norme anti Covid, oltre ad una serie di sanzioni per violazioni al Codice della Strada.

Passano poche ore e alle 7, a Grugliasco, viene invece arrestato un italiano classe 1993: doveva scontare 4 anni e 6 mesi di reclusione per diversi reati, tra cui estorsione e spaccio. Il giovane da tempo viveva nell’abitazione degli anziani genitori, dove è stato trovato a dormire: non ha opposto resistenza all’arresto.

 

Galleria fotografica

Articoli correlati