EMERGENZA CINGHIALI - Città Metropolitana: «Nessun immobilismo, ognuno faccia la propria parte»

| Presa di posizione da parte della consigliera a metropolitana delegata all’ambiente e alla tutela della fauna e della flora, Barbara Azzarà.

+ Miei preferiti
EMERGENZA CINGHIALI - Città Metropolitana: «Nessun immobilismo, ognuno faccia la propria parte»
In Città Metropolitana si torna a parlare dell'emergenza cinghiali. La consigliera metropolitana delegata all’ambiente e alla tutela della fauna e della flora, Barbara Azzarà, interviene a seguito delle notizie e dei commenti, recentemente comparsi sulla stampa locale, su di un presunto immobilismo della Città Metropolitana in merito all’emergenza cinghiali.

«Da oltre vent’anni la Provincia di Torino prima e la Città Metropolitana dal 2015 adottano e attuano piani e programmi di contenimento della popolazione di cinghiali, per attenuare l’impatto che gli ungulati hanno sulle colture agricole e sulla sicurezza della circolazione. Il Piano per il periodo 2019-2024, adottato nel febbraio scorso in attuazione della normativa regionale, è finalizzato innanzitutto alla prevenzione dei danni in agricoltura, ma anche ad individuare soluzioni efficaci, meno cruente delle attuali e derivanti da un serio studio scientifico. Agli agricoltori che ne facciano richiesta vengono ceduti in comodato d’uso gratuito i pastori elettrici per recintare i terreni coltivati». 

«Continuare ad accusare a mezzo stampa la Città Metropolitana di fare nulla per affrontare l’emergenza cinghiali non corrisponde ai fatti e, in una riunione che abbiamo convocato per il 15 ottobre lo ribadiremo ai vertici provinciali di Coldiretti, CIA e Unione Agricoltori. Oltretutto scontiamo una pesante carenza di personale, dovuta al mancato turnover degli agenti faunistico-ambientali che sono andati in pensione. È una questione che solo la Regione Piemonte può affrontare, perché esercita la competenza sulla gestione della fauna avvalendosi del personale della Città Metropolitana e delle Province».

La Consigliera Azzarà tiene a ribadire che «qualora le misure di prevenzione non siano praticabili o risultino inefficaci, si interviene con operazioni di controllo diretto della specie. Lo facciamo innanzitutto mettendo in campo la professionalità degli agenti faunistico-ambientali della Città Metropolitana. Abbiamo istituito un nucleo di tre operatori dedicati a questo compito, dotati della strumentazione adatta per poter operare con tiri estremamente selettivi. Gli agenti possono operare anche in orario notturno, per arrecare il minor disturbo possibile alla restante fauna e massimizzare l’efficacia delle operazioni. Tre agenti potrebbero sembrare pochi, ma rappresentano una rilevante percentuale della forza lavoro di cui possiamo disporre: attualmente abbiamo 13 agenti sul territorio a fronte dei 36 in servizio in occasione dell’entrata in vigore della riforma delle Province e dell’approvazione della Legge regionale 23 del 2015, grazie alla quale le competenze in ambito faunistico sono passate alla Regione Piemonte».

La consigliera Azzarà sottolinea che «sarebbe necessario assumere nuovi agenti e in più occasioni lo abbiamo fatto presenta alla Regione Piemonte, Ente per delega del quale esercitiamo le funzioni in materia di fauna e flora. In questa materia è la Regione l’Ente responsabile della dotazione organica delle Province e della Città metropolitana di Torino». Da anni, per sopperire in parte alle carenze di personale, la Città metropolitana forma i volontari incaricati del controllo della popolazione di cinghiali nelle aree in cui recano danni alle colture. «Nelle aree protette o in cui non si può esercitare la caccia la Città Metropolitana di Torino risarcisce su delega della Regione i danni da cinghiale agli agricoltori, anticipando tra l’altro i fondi, a fronte del fatto che dal 2015 la Regione Piemonte non corrisponde i rimborsi dovuti al nostro Ente. Parliamo di una cifra ormai vicina al milione di Euro, tanto per precisare».

Gli esperti della Città metropolitana sottolineano che, nel frattempo, i privati cittadini possono agire in prima persona per aumentare la propria sicurezza e contribuire agli sforzi in atto, diminuendo la velocità nei tragitti in auto nelle zone rurali per ridurre la probabilità di impatto con la fauna selvatica, evitando di lasciare residui organici a disposizione dei cinghiali al di fuori delle aree recintate dei complessi residenziali e delle abitazioni, rinforzando le recinzioni dei giardini per impedire ai cinghiali di scalzarle e di penetrare all’interno delle proprietà coltivate. In caso di incontri ravvicinati con un cinghiale è bene evitare atteggiamenti minacciosi e cerare di allontanarsi con calma. Il cinghiale non è abitualmente aggressivo nei confronti dell’uomo se non percepisce un pericolo per la sua incolumità.

Cronaca
MAPPA CORONAVIRUS - Casi in aumento a Druento, Mathi e Vallo. In calo, o stabili, negli altri
MAPPA CORONAVIRUS - Casi in aumento a Druento, Mathi e Vallo. In calo, o stabili, negli altri
Di seguito i dati diramati dall'Unità di Crisi regionale oggi, mercoledì 2 dicembre 2020, nei nostri Comuni.
PIANEZZA - Rubano nel negozio e fuggono: titolare si aggrappa all'auto e viene trascinato. Due donne arrestate
PIANEZZA - Rubano nel negozio e fuggono: titolare si aggrappa all
Le due donne, infatti, dopo essere entrate simulando di dover fare degli acquisti, si erano impossessate di alcuni capi
VENARIA - Il Pd scrive al sindaco: «Convinci Cirio a riportare in classe gli studenti di II-III media»
VENARIA - Il Pd scrive al sindaco: «Convinci Cirio a riportare in classe gli studenti di II-III media»
Scritta dai consiglieri dem Raffaele Trudu, Stefano Mistroni, Valeria Strazzeri e Giuseppe De Candia.
VENARIA - Da sabato parte «A Teatro da Te»: il Cyrano si potrà vedere in streaming
VENARIA - Da sabato parte «A Teatro da Te»: il Cyrano si potrà vedere in streaming
Per conoscere orari e dettagli sugli spettacoli è necessario seguire gli aggiornamenti sui siti internet: www.teatrodellaconcordia.it - www.mulinoadarte.com - www.arscreazione.it e sugli account social.
COLLEGNO - Più sicurezza per i bambini della scuola Leumann: vietata la circolazione alle auto
COLLEGNO - Più sicurezza per i bambini della scuola Leumann: vietata la circolazione alle auto
A tutti i non residenti e impedirà le attività di carico e scarico merci nelle ore di ingresso ed uscita degli alunni al mattino e al pomeriggio. Le limitazioni non si applicheranno ai veicoli dei residenti in possesso del permesso
MAPPA CORONAVIRUS - Continua il calo dei contagi nella nostra zona. Aumenti in un solo Comune
MAPPA CORONAVIRUS - Continua il calo dei contagi nella nostra zona. Aumenti in un solo Comune
Di seguito i dati diramati dall'Unità di Crisi regionale oggi, martedì 1 dicembre 2020, nei nostri Comuni.
VENARIA - Covid alla Rsa «Piccola Reggia»: I decessi salgono a 28. Ora un incontro tra amministrazione e Comune
VENARIA - Covid alla Rsa «Piccola Reggia»: I decessi salgono a 28. Ora un incontro tra amministrazione e Comune
Il personale sanitario della struttura ha effettuato 62 tamponi rapidi in giornata, di cui 5 sono risultati positivi.
TORINO-VENARIA - Venti nuovi autobus Gtt per la linea 11
TORINO-VENARIA - Venti nuovi autobus Gtt per la linea 11
Beneficiano indirettamente dei nuovi mezzi anche le linee 10 navetta e 46 dove sono inseriti gli Iveco Cytelis, non più necessari alla gestione della linea 11.
COLLEGNO - La Dea Bendata bacia corso Francia: vinti 51mila euro al Superenalotto
COLLEGNO - La Dea Bendata bacia corso Francia: vinti 51mila euro al Superenalotto
Grazie all'estrazione di sabato scorso, 28 novembre 2020. La somma è frutto del cinque conseguito con una bolletta giocata nei giorni precedenti.
RIVOLI - Dopo il furto, due aziende decidono di donare 9 pc portatili alla scuola media Levi
RIVOLI - Dopo il furto, due aziende decidono di donare 9 pc portatili alla scuola media Levi
Si tratta della Sys-Tech e della Samec. Il furto nella notte tra il 26 e il 27 novembre 2020, quando la scuola si era vista sottrarre gran parte del materiale informatico utilizzato per la didattica a distanza.
Le news di Venaria, Druento e venariese le trovi su QuotidianoVenaria.it
Le notizie di Venaria le trovi su QuotidianoVenaria.it!
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Venariese in tempo reale!
QuotidianoVenaria è un supplemento telematico di QuotidianoCanavese, testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Editore