Dai 200 odierni ai mille potenziali giornalieri. Sono questi i numeri del nuovo hub vaccinale del Turin Airport di Caselle, che ha aperto i battenti oggi, lunedì 19 aprile 2021.

Il punto vaccinale potrà essere raggiunto in poco tempo con i mezzi pubblici e in auto, con tanto di parcheggio gratuito per chi sarà chiamato a vaccinarsi in aeroporto.

Realizzato grazie alla fattiva collaborazione di Regione Piemonte, Asl TO4 e Sagat, vedrà vaccinarsi i cittadini di Cirié, Valli di Lanzo, Borgaro, Caselle ed aree limitrofe ma anche una porzione di residenti dell'area Torino nord.

 
"Mancava un grande punto vaccinale facilmente raggiungibile con qualsiasi mezzo, compresi quelli pubblici. E con il parcheggio gratuito tre ore per chi viene a vaccinarsi qui in aeroporto. Purtroppo mancano le dosi. Siamo al 95% delle dosi disponibili di Pfizer e l'85% di AstraZeneca. Siamo fiduciosi che il Governo, come ha detto il generale Figliuolo, fornisca quanto prima le dosi necessarie. Il nostro obiettivo è quello delle 40mila dosi giornaliere entro il mese di maggio. Ma per farlo c'è bisogno che vengano rispettate le consegne", commenta l'assessore regionale alla Ricerca applicata per l'emergenza Covid-19, Matteo Marnati.

L'area vaccini si trova dietro al parcheggio multipiano dell'aeroporto. All'ingresso, personale della Croce Verde misura la temperatura corporea mentre altri volontari aiutano nella compilazioni dei fogli di anamnesi, preludio alla vaccinazione stessa. Una volta completata la parte burocratica, ecco arrivare ai "gabbiotti blu", dove il personale medico e sanitario attende la persona da vaccinare.

Terminato il vaccino, operazione da una quindicina di secondi complessivi, ogni persona viene fatta accomodare in quelle che fino all'anno scorso erano le sedie dove i passeggeri attendevano l'imbarco. E dopo una ventina di minuti, ognuno potrà fare ritorno a casa. 

«Questo è il 227esimo punto vaccinale che attiviamo in Piemonte - ha sottolineato il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio -. Desidero ringraziare SAGAT per aver messo a disposizione questo spazio e l’ASL TO4 per l’organizzazione sanitaria. In questa area solitamente accogliamo turisti che scelgono di visitare il nostro Piemonte, adesso invece faremo vaccini. Ma credo sia il miglior augurio di poter tornare presto in aeroporto per viaggiare. Perché prima avremo vaccinato tutti, prima ripartiremo. In ogni senso».

«In questo momento cruciale per superare la pandemia, siamo tutti chiamati a dare un contributo alla lotta contro il Covid-19 - ha dichiarato Elisabetta Oliveri, Presidente di SAGAT -. La nostra azienda ha ritenuto che fosse giusto mettersi al servizio della comunità, impiegando non solo l’infrastruttura, ma anche le nostre capacità organizzative. La vaccinazione è un passaggio fondamentale per tornare anche a viaggiare con serenità. Il luogo in cui da oggi si somministrano i vaccini, il Terminal remoto, è un simbolo per noi: fino allo scoppio della pandemia era affollato di sciatori, pronti a imbarcarsi dopo una settimana bianca sulle nostre montagne. Non vediamo l’ora di poterli accogliere di nuovo in Piemonte e in aeroporto».
 
«Il Piemonte dimostra anche in questa occasione di saper fare sistema – osserva l’assessore regionale alla Sanità del Piemonte, Luigi Genesio Icardi -, unendo le forze nel comune obiettivo di rendere la macchina vaccinale il più possibile funzionale e veloce. Stiamo combattendo una battaglia contro il tempo, ringrazio SAGAT e quanti hanno permesso la realizzazione di questa struttura che certamente fornirà un efficace supporto alla campagna vaccinale in corso. In Piemonte tutti stanno facendo la loro parte per uscire dall’emergenza. Se arrivano i vaccini, siamo pienamente in grado di raggiungere gli obiettivi della somministrazione di massa».
 
«Devo ringraziare SAGAT per l’opportunità che ha concesso al Sistema Sanitario Regionale - commenta il dottor Luigi Vercellino, Commissario dell’ASL TO4 -. Un esempio di collaborazione tra pubblico e privato che consegna alla campagna vaccinale una struttura di grande potenzialità, ottimale dal punto di vista organizzativo e logistico. Attendiamo di avere a disposizione tutti i vaccini necessari per far correre la macchina».
 
Il punto vaccini di Torino Airport è aperto dalle 9 alle 17 dal lunedì al venerdì e l’accesso è riservato esclusivamente alle persone che hanno ricevuto specifica convocazione dall’Asl.

Galleria fotografica

Articoli correlati