La gentilezza è di casa a Caselle. Nei giorni scorsi, Luca Nardi, il coordinatore del progetto nazionale “Costruiamo Gentilezza”, ha presenziato ad un incontro per generare pratiche di gentilezza volte al bene comune.

Con lui erano presenti Giulia Protti e Stefano Bonvicini, ovvero i responsabili dell’Informagiovani di Caselle, per sviluppare un’iniziativa che contribuisca ad accrescere il benessere della comunità mettendo al centro bambini e ragazzi.

L’idea è venuta partendo dalla buona pratica di Miss e Mister Gentilezza, nata per gioco proprio a Caselle lo scorso anno. La proposta maturata è brillante e coerente con la variabile costo “quasi 0” che caratterizza le Buone Pratiche di Gentilezza promosse dal Progetto Nazionale (costruiamogentilezza.org).

Vedrà coinvolti i cittadini nel concretizzare buone pratiche per il bene comune a partire da Settembre. Stefano e Giulia sono entusiasti di quanto si sono immaginati e per questo si stanno impegnando a definirla nel dettaglio per poi attuarla a conclusione dell'estate.

Inoltre l’occasione ha rappresentato un’opportunità per il Coordinatore di Costruiamo Gentilezza per conoscere di persona due costruttori di gentilezza locali come Sonia Fava (insegnante e attuale consigliere comunale, promotrice di sei panchine viola a Caselle) e Sebastiano Pogliano (imprenditore della gentilezza che ha già realizzato "gli abbracci della gentilezza" un biscotto con la glassa lilla che viene preparato per occasioni speciali). Il viola é il colore che identifica la gentilezza che deriva dall'unione tra il rosso (concretezza) e il blu (profondità).

“Sono due persone autentiche, è stato interessante ascoltare come stanno mettendo in atto le loro buone pratiche in ambito scolastico e lavorativo ponendo sempre l’attenzione verso i più piccoli. L’esperienza maturata da ciascuno è importante per l’evoluzione del progetto nazionale”, ha commentato Nardi.

Galleria fotografica

Articoli correlati