BORGARO - Cristina Chiabotto e i guai con il fisco: 2,5 milioni di euro di debiti

| Il giudice Matteo Buffoni del tribunale di Ivrea ha accolto l'istanza della showgirl, già conduttrice di numerose trasmissioni televisive, per l'avvio della procedura di liquidazione mediante la legge "salva-suicidi".

+ Miei preferiti
BORGARO - Cristina Chiabotto e i guai con il fisco: 2,5 milioni di euro di debiti
Solamente due mesi fa era finita agli onori delle cronache per il sontuoso matrimonio in Reggia con l'imprenditore canavesano Marco Roscio.
 
Adesso, però, l'ex Miss Italia Cristina Chiabotto finisce nuovamente alla ribalta delle cronache. Questa volta per un pesantissimo debito con il fisco. Tale da chiedere l'avvio della procedura di liquidazione prevista dalla legge "salva-suicidi".
 
Il giudice Matteo Buffoni del tribunale di Ivrea ha accolto l'istanza della showgirl, già conduttrice di numerose trasmissioni televisive.
 
Nel decreto del giudice si legge che la posizione debitoria della Chiabotto si è manifestata "in modo prorompente" già nell’anno 2014, in conseguenza di verifiche effettuate dalla Guardia di Finanza di Torino in relazione al periodo 2008-2013.
 
All'esito di quelle verifiche "veniva accertato un comportamento elusivo (non fraudolento) e di conseguenza veniva ripreso a tassazione un reddito superiore rispetto a quello dichiarato". Le cartelle di pagamento emesse dall'Agenzia delle entrate, che si sono sommate a quelle relative al mancato versamento delle imposte relative agli anni 2014 e 2015, ha fatto lievitare il debito oltre i 2,5 milioni di euro. Tanto da costringere l'ex miss Italia a chiedere l'avvio della procedura di liquidazione prevista dalla legge "salva-suicidi", varata nel 2012 per tutelare piccoli imprenditori e liberi professionisti in difficoltà.
 
In questo caso la Chiabotto vi ha potuto accedere, come scrive il giudice, in quanto "non ha posto in essere atti in frode ai creditori" e in qualità di "lavoratrice autonoma nel campo dello spettacolo" che ha incassato dalla sua attività un reddito netto "quantificabile per l’anno 2019 di euro 253mila, in ragione della media dei redditi percepiti nei quattro anni precedenti e dei contratti in essere". Per sanare la propria posizione la soubrette venderà i negozi di cui è proprietaria insieme alla sorella (che ha dato l'assenso alla cessione degli immobili) a Torino e Borgaro Torinese e verserà ogni anno una parte della propria liquidità disponibile.
 
"La ricorrente versa in una situazione di sovraindebitamento - conferma il giudice - come si desume dalla enorme sproporzione tra l’esposizione debitoria complessiva (euro 2.534.451,24) e l’attivo per farvi fronte (come ricostruito nel ricorso e nella relazione del professionista: si parla di euro 241.500,00, somma corrispondente al valore degli immobili, a cui va aggiunta la “liquidità disponibile” stimata in euro 9.240,00 annui).
 
Nella documentazione al vaglio del tribunale non è fatta menzione del recente matrimonio della Chiabotto con il noto imprenditore Marco Roscio, celebrato lo scorso 21 settembre a Venaria Reale. Il giudice ha nominato Massimo Savio di Cuorgnè liquidatore.
Cronaca
DRUENTO - Restaurato il monumento dedicato ai Caduti partigiani: domattina l'inaugurazione
DRUENTO - Restaurato il monumento dedicato ai Caduti partigiani: domattina l
Al termine, intervento di Maria Grazia Sestero, presidente Anpi provinciale, con successiva consegna della targa commemorativa ai presidenti Anpi di Druento e provinciale.
VENARIA - Buoni alimentari anche per disoccupati e pensionati in difficoltà: ecco le modalità
VENARIA - Buoni alimentari anche per disoccupati e pensionati in difficoltà: ecco le modalità
La domanda può esser presentata a partire dalle 11 di lunedì 25 gennaio 2021 fino alle 23.59 del 14 febbraio 2021
TORINO-COLLEGNO-SAVONERA - Mattinata di incidenti: cinque in poco tempo, tre feriti
TORINO-COLLEGNO-SAVONERA - Mattinata di incidenti: cinque in poco tempo, tre feriti
Nella zona che porta all'ingresso in tangenziale, in direzione sud, tra Torino e Collegno. Ben tre i tamponamenti mentre in un caso l'auto si è addirittura ribaltata.
SMOG - Arpa Piemonte è sicura: «Le polveri sottili non veicolano il Covid»
SMOG - Arpa Piemonte è sicura: «Le polveri sottili non veicolano il Covid»
Nel corso dell’audizione, sollecitata dal consigliere Giorgio Bertola sono stati illustrati i risultati preliminari del campionamento Sars-Cov2 nell’aria e i dati raccolti da Arpa sulla qualità dell’aria durante l’emergenza Covid.
TANGENZIALE DI TORINO - Sente dei rumori nel tir: dentro c'erano sette minorenni - FOTO
TANGENZIALE DI TORINO - Sente dei rumori nel tir: dentro c
Erano rinchiusi da due giorni, infreddoliti e affamati. Immediatamente gli agenti della polizia stradale hanno acquistano cibo e acqua nella vicina stazione di servizio, fornendo loro anche delle coperte. Ora si trovano in una comunità.
MAPPA CORONAVIRUS - Aumentano nuovamente i positivi: sono 956 (+22 in un giorno)
MAPPA CORONAVIRUS - Aumentano nuovamente i positivi: sono 956 (+22 in un giorno)
Di seguito i dati diramati dall'Unità di Crisi regionale nella serata di giovedì 21 gennaio 2021, nei nostri Comuni.
LINEA FERROVIARIA TORINO-CERES: La Regione aumenterà gli autobus nelle ore di punta
LINEA FERROVIARIA TORINO-CERES: La Regione aumenterà gli autobus nelle ore di punta
La risposta dell'assessore regionale ai Trasporti, Marco Gabusi, all'interrogazione del consigliere regionale della Lega, Andrea Cerutti.
VENARIA - Controlli della polizia per abbandono di rifiuti e deiezioni canine e cibi gettati a terra.
VENARIA - Controlli della polizia per abbandono di rifiuti e deiezioni canine e cibi gettati a terra.
In questi giorni, gli agenti della Polizia Municipale di Venaria in borghese stanno controllando il rispetto del decoro urbano da parte della cittadinanza.
SMOG - Scatta da domani il livello arancione: stop ai diesel fino all'Euro 5 e benzina fino a Euro 1
SMOG - Scatta da domani il livello arancione: stop ai diesel fino all
Lunedì prossimo i nuovi rilevamenti curati da Arpa Piemonte ci diranno se il livello arancio proseguirà o potrà essere revocato.
RIVOLI - Lavori al Poliambulatorio di via Piave: chiuso dal 25 gennaio al 7 marzo
RIVOLI - Lavori al Poliambulatorio di via Piave: chiuso dal 25 gennaio al 7 marzo
I lavori riguarderanno la realizzazione di nuovi controsoffitti al piano terra e al secondo piano della struttura e il rifacimento della rampa di accesso esterno per le persone disabili, che verrà anche dotata di una copertura.
Le news di Venaria, Druento e venariese le trovi su QuotidianoVenaria.it
Le notizie di Venaria le trovi su QuotidianoVenaria.it!
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Venariese in tempo reale!
QuotidianoVenaria è un supplemento telematico di QuotidianoCanavese, testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Editore