Sono 4 milioni e 251mila euro i fondi che la Regione Piemonte destinerà all'Asl To3 per il recupero delle liste d’attesa, andate in tilt a causa della pandemia.

L’assessore alla Sanità, Luigi Icardi, fa presente che «fino al 24 per cento di queste risorse potrà essere utilizzato dalle aziende sanitarie per avvalersi delle prestazioni delle strutture private e che entro il 31 maggio 2022 le strutture private accreditate che erogano prestazioni per conto e a carico del Servizio sanitario regionale sono tenute a rendere disponibile nel sistema Cup regionale il 100 per cento delle agende destinate alla prenotazione delle prime visite e altre prestazioni di primo accesso, con un periodo transitorio dal 1° giugno al 31 agosto 2022 per l’adeguamento della propria organizzazione e dei sistemi informatici».

La delibera prevede anche che la validità delle ricette di primo accesso relative alle prestazioni diagnostico-specialistiche, in assenza di appuntamento programmato, siano rideterminate in 60 giorni anziché 180, mentre rimane confermata in 180 giorni la durata della validità delle ricette di accessi successivi al primo e di accesso diretto relative alle prestazioni diagnostico-specialistiche.

Galleria fotografica

Articoli correlati