VENARIA - Pulizia e messa in sicurezza del Ceronda. Ripresi i contatti per il nuovo ponte Castellamonte

| si sta valutando di usare l'app Municipium come sistema cittadino generale per gli avvisi di allerta della Protezione Civile ed anche di sviluppare un sistema di messaggistica Gsm dedicato alle zone più a rischio della città

+ Miei preferiti
VENARIA - Pulizia e messa in sicurezza del Ceronda. Ripresi i contatti per il nuovo ponte Castellamonte
Il Ceronda e il ponte Castellamonte sono stati al centro della riunione straordinaria di venerdì 11 dicembre 2020 dell'Unità di Crisi del Servizio di Protezione Civile per fare il punto sul Piano di protezione civile di Venaria. 
 
Oltre ai dirigenti e tecnici del Comune erano presenti i Carabinieri della Stazione di Venaria, i volontari dell'Associazione della Protezione Civile, il responsabile manutenzioni Gesin.
 
"Per quanto riguarda la briglia presente nel Ceronda, nei pressi del Ponte Cavallo, sappiamo esser da tempo danneggiata. Ciò provoca cambiamenti nel livello del fiume e correnti diverse che a lungo andare potrebbero stressare il pilone della campata. Il Comune di Venaria ha già richiesto il ripristino della struttura alla Città di Torino, titolare dell'opera, così da poter regolare nuovamente il flusso dell'acqua e consentire il regolare passaggio verso il canale che porta alla centrale idroelettrica presente poco più avanti. Entro la prossima primavera si concluderanno i lavori di sistemazione di tale barriera", spiega il sindaco Fabio Giulivi che ha anche toccato l'argomento del ponte Castellamonte: "l'attuale Amministrazione ha ripreso i contatti con Città Metropolitana e Regione Piemonte per sbloccare i fondi necessari al completamento del nuovo ponte sul Ceronda in sostituzione di quello vecchio che, da più pareri tecnici (compreso quello della Sovrintendenza), risulta esser a rischio in caso di nuove piene del fiume".
 
E torna ad avere un ruolo cardine la Protezione Civile: "Con l'associazione Volontari della Protezione Civile si è concordato di riprendere le pulizie del letto del fiume, del materiale depositato presso le campate dei ponti e delle sponde, e di organizzare simulazioni di evacuazioni per l'analisi della bontà dei piani di emergenza. Via Cavallo è molto pericolosa in caso di evacuazioni urgenti perché incide un'area industriale con accesso sulla rotonda che rallenta il deflusso delle auto (circa 45 minuti). Attenzione verrà data alla manutenzione delle tante bialere (o canali) che attraversano la Città e che spesso (a causa della mancata manutenzione o per errori nella gestione delle chiusure) rischiano di esser più pericolose rispetto ad altri ambiti. L'allagamento di Via Don Sapino e Corso Matteotti qualche anno fa, proprio a causa del canale limitrofo, è un ricordo ancora recente", spiega ancora il primo cittadino che, infine, sta pensando di usare "l'app Municipium come sistema cittadino generale di messaggistica immediata per gli avvisi di allerta della Protezione Civile ed anche di sviluppare un sistema di messaggistica GSM collegato alle celle telefoniche (nel caso non funzionasse internet) dedicato per i residenti delle zone più a rischio (Viale Carlo Emanuele II, Via Stefanat, etc) in caso di aggravamento delle condizioni meteorologiche. Per quanto sia difficile, proviamo a prevenire oggi per evitare di farci trovare impreparati domani", conclude il sindaco.
 

Cronaca
GRUGLIASCO - Le chiede soldi ma al suo «no» la picchia e la ferisce in faccia con un taglierino
GRUGLIASCO - Le chiede soldi ma al suo «no» la picchia e la ferisce in faccia con un taglierino
La vittima è stata portata in ospedale, al San Luigi di Orbassano, dove è stata medicata. I carabinieri della compagnia di Rivoli, in particolare della stazione di Grugliasco, stanno cercando l'aggressore.
FIANO - Nel capannone si coltivava la cannabis: tre arresti e 800 piante sequestrate
FIANO - Nel capannone si coltivava la cannabis: tre arresti e 800 piante sequestrate
In manette finiscono un 33enne di Fiano e altre due persone, di 48 e 51 anni, arrestate dagli uomini della Squadra Mobile di Torino.
RITARDI VACCINI - L'assessore regionale Icardi: «Seconda fase scatterà a metà febbraio»
RITARDI VACCINI - L
Lo ha annunciato durante la Commissione Sanità, elogiando la decisione del Dirmei di accantonare le dosi vista la razionalizzazione delle stesse, con un taglio del 29% rispetto a quanto concordato.
COLLEGNO - Parte lo sharing dei monopattini elettrici: «Meno auto e meno polveri sottili»
COLLEGNO - Parte lo sharing dei monopattini elettrici: «Meno auto e meno polveri sottili»
A seconda della risposta degli operatori, a questo servizio di sharing potranno aggiungersi biciclette a pedalata assistita e scooter elettrici, che saranno sempre disponibili nei Punti sharing individuati.
VENARIA - Piccola Reggia, Frediani: «L'Asl To3 non ha dato indicazioni su come gestire i positivi»
VENARIA - Piccola Reggia, Frediani: «L
La consigliera regionale del Movimento 4 Ottobre, Fancesca Frediani, è riuscita ad effettuare un accesso agli atti sulle due ispezioni avvenute il 12 novembre 2020 e il 2 dicembre 2020 nella Rsa "Piccola Reggia" di Venaria.
SMOG - Migliora la qualità dell'aria: da domani stop ai blocchi alle auto
SMOG - Migliora la qualità dell
Fino al 31 marzo 2021 la circolazione sarà vietata anche per ciclomotori e motocicli Euro 0 e i veicoli diesel Euro 3 e Euro 4, per il trasporto di persone o merci, dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 19.
GRUGLIASCO - Morti nella Rsa San Giuseppe: la procura indaga tre suore per omicidio ed epidemia colposi
GRUGLIASCO - Morti nella Rsa San Giuseppe: la procura indaga tre suore per omicidio ed epidemia colposi
Per la procura, il personale sanitario non sarebbe stato formato a regola d'arte per gestire il Covid-19 e, allo stesso tempo, come i dispositivi di protezione fossero inadeguati.
CAFASSE-VENARIA - Migliorano le condizioni del taxista venariese ferito da due rapinatori
CAFASSE-VENARIA - Migliorano le condizioni del taxista venariese ferito da due rapinatori
Per fortuna le sue condizioni non sono gravi: i medici lo hanno giudicato guaribile in una settimana.
VENARIA-ALPIGNANO - E' rubata l'auto data alle fiamme nella zona spogliatoi del Don Mosso FOTO
VENARIA-ALPIGNANO - E
Attualmente sono in corso le indagini dei carabinieri per capire perché quell'auto sia stata bruciata proprio a Venaria e nell'unico campo in disuso da ormai cinque anni abbondanti.
VENARIA - Incendio al campo Don Mosso: auto data alle fiamme nella zona spogliatoi
VENARIA - Incendio al campo Don Mosso: auto data alle fiamme nella zona spogliatoi
Sul posto sono intervenuti i carabinieri della compagnia di Venaria e i vigili del fuoco di Venaria e Torino. L'auto risulterebbe rubata.
Le news di Venaria, Druento e venariese le trovi su QuotidianoVenaria.it
Le notizie di Venaria le trovi su QuotidianoVenaria.it!
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Venariese in tempo reale!
QuotidianoVenaria è un supplemento telematico di QuotidianoCanavese, testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Editore