Nei giorni scorsi, la consigliera regionale Francesca Frediani (Movimento 4 Ottobre) aveva denunciato come l'Asl To3 non avesse dato le giuste indicazioni su come gestire l'emergenza Covid-19 nella "Piccola Reggia" di Venaria. 
 
Ora, invece, Progetto Civico, attraverso il consigliere comunale di Uniti per Cambiare, Alesssandro Brescia, chiede una "commissione speciale" per fare chiarezza su quanto accaduto da novembre 2020 in poi.
 
"Se quello che si legge corrisponde al vero, la cosa non ci conforta. Nella stessa settimana in cui si sono succeduti gli incontri sollecitati tra i parenti degli ospiti, l’Amministrazione comunale e la Piccola Reggia, il 12 novembre 2020 l’Asl effettuava una ispezione nella Rsa, dove accertava una situazione già grave con 56 positivi e che, da lì a poco, sarebbe andata fuori controllo. Così come confermato dal successivo verbale del 2 dicembre, i decessi erano diventati 28 per poi salire a 40. A questo punto avrebbe senso che il Consiglio Comunale, esercitando una prerogativa prevista dallo Statuto e Regolamento, istituisse una commissione speciale tematica. Che la Città si renda parte attiva, non per sostituirsi alla magistratura, ma per ricostruire una vicenda non solo con le voci delle diverse “campane”. E' opportuno che vi sia anche da parte nostra un accesso diretto agli atti e ai documenti, ascoltando le parti interessate e coinvolte. Il Comune non può essere soltanto uno spettatore di quanto accaduto, limitandosi a chiedere informazioni", sostiene Brescia.

Non una novità, quella della richiesta della commissione, già proposta dalla consigliera Barbara Virga (Venaria & Futuro) proprio in occasione dell'incontro al Concordia tra amministrazione comunale, direzione della struttura e familiari. E dove chiese, anche di costituirsi parte civile nel caso in cui si andasse a processo. 

In quella circostanza, però, il sindaco Fabio Giulivi spiegò come fosse poco utile l'attivazione della commissione, visto che è compito dell'Asl To3 o dei Nas fare chiarezza su quanto accaduto in questi due mesi. 

Galleria fotografica

Articoli correlati