"Lo ius soli cittadino, proposto dalla sinistra in vista delle prossime amministrative, è qualcosa di incomprensibile. Non si capisce, leggendo le poche righe a riguardo, in cosa consistano i 'diritti' che si vorrebbero attribuire agli stranieri residenti in modo stabile in città o a chi vi è nato".
 
Così Andrea Cerutti,  segretario cittadino della Lega e consigliere regionale, sul programma elettorale del candidato sindaco Rossana Schillaci, sostenuto dalla coalizione di sinistra.
 
"Per acquisire realmente la cittadinanza  - continua Cerutti - vi sono percorsi ben definiti dalla legge e fino a quando la normativa nazionale a riguardo non cambierà, se mai cambierà, parlare di forme locali di diritto alla cittadinanza è pura propaganda fine a se stessa".
 
"Di sicuro - sottolinea il segretario leghista -, con questa proposta, la sinistra dimostra di essere lontana dal conoscere le vere esigenze della cittadinanza, soprattutto in una fase così delicata come quella post Covid. Ora, le priorità devono necessariamente essere altre. Ci si deve occupare di garantire ai venariesi più sicurezza, più lavoro, più servizi essenziali ed utili, come l'estensione gratuita pre e post scuola per le famiglie, pensata dalla Lega".
 
"In sostanza - conclude Cerutti -, mentre la sinistra ribadisce la volontà di dedicare una corposa parte delle proprie azioni agli stranieri, la Lega continua a credere che ci si debba concentrare prima di tutto sui venariesi". 

 

Galleria fotografica

Articoli correlati