Domani, sabato 15 gennaio 2022, a partire dalle 10, nella saletta espositiva di via Andrea Mensa 34 a Venaria, la Pro Loco di Altessano e Venaria inaugurerà la mostra "Quando le mani costruivano la storia quotidiana".

Un'esposizione di 250 oggetti antichi di uso comune legati al lavoro, al gioco, al quotidiano. Dove ogni oggetto avrà sotto riportato il nome in italiano e la traduzione in lingua piemontese. Questo grazie al grande e minuzioso lavoro svolto da Felice Bertolone.

Gli oggetti raccolti "appartengono alla collezione dell'ex presidente dell'associazione Piemonteisa, il Cavalier Albino Suppo,  scomparso nel 2016. Albino è stato un uomo molto appassionato della storia del territorio e della lingua piemontese. La sua famiglia ci aveva donato oltre 250 oggetti. Ora, finalmente, siamo riusciti a organizzare questa mostra", spiega il presidente della Pro Loco, Claudio Macario. 

La mostra è organizzata in occasione della "Giornata Nazionale del Dialetto e delle Lingue Locali" e delle celebrazioni di Sant'Antonio Abate, protettore degli agricoltori degli animali. 

Il taglio del nastro avverrà alle 10.30, alla presenza delle autorità comunali e della Pro Loco. 

L'esposizione proseguirà fino al 23 gennaio, con orario 10-12 e 15.30-18.30, il tutto nel rispetto delle normative anti Covid-19, ovvero mascherina e super green pass. 

Silvia Iannuzzi

Galleria fotografica

Articoli correlati