Sono entrati in quel minimarket di corso Francia, a Torino, nella serata di martedì. 

Uno dei due - che poi si è scoperto essere entrambi minorenni - è andato verso il frigo, per prendere due bevande fresche.

L’altro, invece, ha cercato di rubare il cellulare al titolare del negozio, con quest’ultimo che è riuscito a toglierlo al ladro.

Mentre la vittima cercava di nascondere il cellulare sotto il bancone, il ragazzo che aveva preso le bevande lo colpisce con un pugno alla tempia. Il giovane, mostrandogli il pugno, lo ha minacciato, intimandogli di farsi consegnare l’incasso. 

Al rifiuto del dipendente, i ragazzi tentano invano di sradicare il registratore di cassa, danneggiandolo. 

Non riuscendo nel loro intento, i due gettano a terra i contenitori contenenti le caramelle ed escono dall’esercizio portando con loro, senza pagare, le bevande prima prelevale e alcune caramelle sfuse cadute per terra. 

Non paghi, una volta all’esterno del minimarket, lanciano delle pietre in direzione delle vetrate senza però danneggiarle. 

Dopo questo gesto, si danno alla fuga e dopo aver raggiunto la fermata di piazza Massaua salgono su una vettura della linea 36 diretta verso Collegno.

La vittima dà subito l’allarme. Mentre gli agenti di una volante raccolgono il racconto della vittima, gli altri equipaggi, seguono la direzione d fuga dei due e grazie alla collaborazione tra la centrale operativa della Questura e la centrale Gtt viene individuata la vettura con i due ragazzi a bordo e ne viene monitorata la sua posizione. Di lì a poco, le volanti intercettano e fermano a Collegno il mezzo pubblico con i due giovani ancora a bordo, entrambi poi tratti in arresto per rapina in concorso. 

Galleria fotografica

Articoli correlati