SCUOLA - Finisce il periodo della didattica a distanza: il bilancio di maestre, professori e genitori

| Mail, chat di gruppo, password, video lezioni, tablet, pc, compiti assegnati e verifiche non più dal vivo, ma dietro ad uno schermo di un computer o un cellulare.

+ Miei preferiti
SCUOLA - Finisce il periodo della didattica a distanza: il bilancio di maestre, professori e genitori
La scuola è finita. La didattica a distanza, online, in tutte le scuole elementari e medie, è un ricordo in questo anno caratterizzato dall’emergenza Coronavirus.

Mail, chat di gruppo, password, video lezioni, tablet, pc, compiti assegnati e verifiche non più dal vivo, ma dietro ad uno schermo di un computer o un cellulare. 

In tempi rapidi, insegnanti, studenti e genitori sono stati catapultati in un nuovo modo di "fare scuola". Una situazione inevitabile in emergenza sanitaria. Ma questo metodo, però, non potrà sostituire la didattica dal "vivo".

"Non si può pensare che le lezioni online, o le verifiche caricate sulle piattaforme, sostituiscano la scuola. La scuola non è fare solo lezione e programmazione, ma insegna come affrontare la vita. È una palestra. È presenza. E questo è venuto a mancare. Le nostre chat di gruppo erano uno sportello telematico attraverso il quale, prima che fare didattica, siamo stati vicini a tutte le famiglie e a tutti gli studenti. Anche quelli con gravi disabilità, grazie all'impegno delle insegnanti di sostegno", afferma la professoressa Alessia Di Martino, docente di Lettere e coordinatrice di classe della scuola media "Don Milani”. Ma anche madre: “Mio figlio frequenta la quarta elementare a Torino. Mi sono dovuta gestire i tempi e molto spesso mio figlio sentiva l'esigenza di avere la maestra. Non attraverso uno schermo, ma dal vivo. Vederla, poterla guardare negli occhi, cosa che è totalmente mancata in questi mesi”.

Pc e tablet sono stati consegnati, in comodato d’uso, agli studenti che non ne possedevano uno. Questo grazie ai 25mila euro assegnati dal Governo alla Città di Venaria.

"Tutti devono sapere che la scuola non si è fermata. Da un marasma generale e iniziale ci siamo adattati tutti alla piattaforma online, all’utilizzo delle videolezioni e di Youtube come strumento di supporto. Ma la didattica a distanza non è fare scuola: è andato in stand by tutto ciò che riguarda la parte educativa. Mancavano le emozioni, l’aria di classe, lo stare assieme agli studenti. Sono sicuro sia stato molto pesante per loro. Spesso e volentieri, i miei allievi mi domandavano: ‘Prof quando si ritorna in classe? E’ dura poter gestire una classe a distanza. Alcuni studenti, con il tempo, non hanno più seguito le lezioni per mille e un motivo. E questo ci rammarica molto, perché la didattica online è fatta soprattutto con la collaborazione con le famiglie. Un ritorno nelle classi a settembre? Si dovrà fare di tutto affinché questo possa accadere. Ci saranno delle difficoltà, innegabile, perché il personale dovrà praticamente raddoppiare”, commenta Fabio Scibetta, professore di Arte alla scuola Lessona, centrale e succursale.

E il 15 scatta l’esame di terza media. Gli studenti dovranno preparare un elaborato per questo colloquio che concluderà una parte importante della loro vita scolastica, preludio all’avvio del percorso nelle superiori.

Anche alle elementari, la didattica a distanza ha avuto “pro” e “contro”. "Si è sentito dire, in questi mesi, come la scuola non si sia fermata. Questo perché noi maestre abbiamo seguito in ogni modo chi non poteva assicurare la presenza alle lezioni. Ma non tutte le maestre, e i maestri, avevano dimestichezza con le nuove tecnologie. Per tutti è stato un arricchimento. Criticità ce ne sono state, perché con i più piccoli è venuto meno il gioco, il contatto, la sperimentazione. La didattica a distanza è un corollario, e l'apprendimento diventa velocizzato. Un ritorno a settembre? Non so come faremo. C’è il problema delle classi pollaio da risolvere. Spero che da parte del Governo ci sia un aiuto concreto”, commenta Patrizia Onetti, maestra della Di Vittorio.

E tra "pro" e "contro", c'è una certezza, non piacevole: "per le classi quinte è mancato l'ultimo giorno di scuola. Quello dei saluti, degli ultimi abbracci con compagni e maestre. Un rituale fondamentale che segna il passaggio alle medie", conclude Onetti.

La scuola ha visto anche la collaborazione dei genitori. "Ho due figlie, che frequentano l’Istituto Comprensivo 1. La più grande, che frequenta le medie, è riuscita a seguire in autonomia la didattica a distanza. La più piccola è stata brava, si è fatta aiutare dalla sorella per connettersi con le maestre. Al mattino con il mio telefono si caricavano le verifiche, perché il pc non aveva il pacchetto Windows. Questa, ad esempio, è una di quelle spese che saranno necessarie se a settembre i nostri figli rimarranno ancora a casa, studiando a distanza”, afferma Antonietta Rodella, rappresentante di classe alla Lessona succursale.

“Anche se con qualche difficoltà, mio figlio è riuscito a seguire le lezioni attraverso un tablet. Le maestre sono sempre state disponibili e attente. Ma anche noi genitori abbiamo dovuto fare i salti mortali, per gestire i cali di attenzione dei bambini, che per la prima volta nella loro vita hanno dovuto seguire le lezioni a distanza, che è decisamente diverso rispetto ad una lezione in classe”, afferma una mamma della scuola Romero.

Silvia Iannuzzi

Cronaca
VENARIA - Tosap sospesa fino al 31 dicembre per ristoranti e bar
VENARIA - Tosap sospesa fino al 31 dicembre per ristoranti e bar
Lo ha annunciato il sindaco Fabio Giulivi a margine di un incontro con le categorie del settore ambulante, dove si è trattato anche il tema della sicurezza nelle aree mercatali per operatori, clienti e residenti.
MAPPA CORONAVIRUS - In calo i casi a Venaria, Collegno, Druento, Pianezza e Alpignano
MAPPA CORONAVIRUS - In calo i casi a Venaria, Collegno, Druento, Pianezza e Alpignano
Di seguito i dati diramati dall'Unità di Crisi regionale alle 18.30 di oggi, venerdì 30 ottobre 2020, nei nostri Comuni.
VENARIA - Futuro ex Auchan: firmato l'accordo sindacale. Tutti i lavoratori verranno ricollocati
VENARIA - Futuro ex Auchan: firmato l
L'accordo di questa mattina, 30 ottobre 2020, disciplina e garantisce la continuità occupazionale e la ricollocazione di tutti e 200 i lavoratori del punto vendita di corso Garibaldi.
ORDINANZA REGIONALE - Didattica a distanza alle superiori, capienza ridotta sui mezzi pubblici
ORDINANZA REGIONALE - Didattica a distanza alle superiori, capienza ridotta sui mezzi pubblici
Nelle prossime ore verrà firmata dal governatore della Regione, Alberto Cirio, una nuova ordinanza per evitare che nelle prossime settimane il Piemonte entri in lockdown.
VENARIA - Ognissanti e Commemorazione dei Defunti: nuovi orari e nuove regole nei cimiteri
VENARIA - Ognissanti e Commemorazione dei Defunti: nuovi orari e nuove regole nei cimiteri
Nel caso di eccessivo affollamento, l’accesso ai cimiteri potrà essere temporaneamente sospeso per dare modo alle persone all’interno di defluire verso l’uscita.
MAPPANO - Sorpresa a bere vino al tavolino del bar dopo le 18: sanzione da 280 euro
MAPPANO - Sorpresa a bere vino al tavolino del bar dopo le 18: sanzione da 280 euro
E' successo a Leini, nel bar enoteca "Il vino tra le rose". I carabinieri di Leini, intenti a far rispettare il Dpcm in tutti i i locali, hanno sanzionato con 1000 euro il titolare oltre a provvedere alla chiusura dello stesso per 5 giorni.
VENARIA - Nella Galleria Grande della Reggia approda la «Giostra di Nina» - FOTO
VENARIA - Nella Galleria Grande della Reggia approda la «Giostra di Nina» - FOTO
Direttamente dal corto animato, coprodotto da Sky Arte, con la colonna sonora appositamente scritta da Ludovico Einaudi, approda alla Reggia l'opera realizzata dall'artista Valerio Berruti.
RIVOLI - Coronavirus, l'Esercito ha montato due nuovi tendoni all'ospedale cittadino - FOTO
RIVOLI - Coronavirus, l
Sono state allestite nello spazio che precede l’ingresso del Pronto Soccorso e saranno collegate fra loro.
VENARIA - «Venaria aiuta Venaria»: volontari in supporto a chi è in difficoltà causa Covid
VENARIA - «Venaria aiuta Venaria»: volontari in supporto a chi è in difficoltà causa Covid
I volontari saranno chiamati a dare supporto nella consegna della spesa, dei medicinali, nell’accompagnamento di animali domestici, o di altre piccole commissioni.
COLLEGNO - Il Comune dice "no" ad Halloween: «In questo momento serve tanta responsabilità»
COLLEGNO - Il Comune dice "no" ad Halloween: «In questo momento serve tanta responsabilità»
L'assessore al Commercio, Enrico Manfredi, che ringrazia pubblicamente la "Associazione Commercianti Collegno Centro per aver accolto con responsabilità l'appello dell'amministrazione".
Le news di Venaria, Druento e venariese le trovi su QuotidianoVenaria.it
Le notizie di Venaria le trovi su QuotidianoVenaria.it!
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Venariese in tempo reale!
QuotidianoVenaria è un supplemento telematico di QuotidianoCanavese, testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Editore