Un parcheggio temporaneo nel controviale, tramite disco orario di un’ora, attivo dalle 8 alle 20, per aiutare i commercianti. 

Questa la soluzione proposta dal sindaco di Rivoli, Andrea Tragaioli, per aiutare i commercianti dopo il problema dello stop al parcheggio di veicoli sulle banchine laterali lungo corso Francia, vietati dal 19 luglio per decisione di Palazzo Civico per motivi di sicurezza.

Da luglio a oggi sono circa 700 le sanzioni comminate dagli agenti della polizia locale a Rivoli per la sosta vietata.

A distanza di quasi tre mesi, i commercianti del corso hanno chiesto, e ottenuto, un incontro con l’amministrazione comunale per chiedere dei provvedimenti: “abbiamo perso il 20% degli incassi”, tuonano in coro i rappresentanti del mondo del commercio in sala giunta, dove erano presenti il sindaco Andrea Tragaioli, il presidente del Consiglio Valerio Calosso, l’assessore Alfonso Lettieri e il comandante della polizia locale, Marco Lauria.

E se le pattuglie dei civich continuano a filmare le targhe dei mezzi parcheggiati in divieto - si stimano una decina di veicoli sanzionati al giorno - i commercianti chiedono un altro provvedimento perché, a detta loro, quei parcheggi sono basilari e, ancora, perché i clienti non tornano una seconda volta dopo aver preso una multa per divieto di sosta. 

Tragaioli ha rimarcato come quella decisione sia stata presa per tutelare le persone che vanno in bicicletta e gli stessi automobilisti, poiché chi parcheggia deve aprire la porta sinistra per uscire dal mezzo. E, ancora, per aiutare l’attraversamento dei pedoni, vista la poca visuale.

La paura dei commercianti è che, se non venisse trovata una soluzione alternativa, il rischio di abbassare definitivamente le serrande potrebbe essere davvero dietro l’angolo.

“Stiamo cercando una soluzione. Il disco orario potrebbe esserla. Dopo le 20, i residenti potranno parcheggiare normalmente fino alle 8 del giorno successivo”, conclude Tragaioli.

Galleria fotografica

Articoli correlati