Sono diventati 41 i positivi rivolesi al Coronavirus comunicati dall’Unita’ di Crisi della Regione Piemonte Protezione Civile.

A renderlo noto è il sindaco di Rivoli, Andrea Tragaioli, che ha anche annunciato come siano state 312 le persone fermate e identificate dalle forze dell’ordine tra ieri e questa mattina.

Di queste, 15 sono state denunciate per reati inerenti l'inosservanza del Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri: falsa dichiarazione, assembramenti, spostamenti ingiustificati.

"Questi numeri sono rappresentativi dell’assoluta necessità di stare a casa - spiega Tragaioli - A rafforzare queste mie raccomandazioni da oggi pomeriggio le auto della Polizia Locale dirameranno un comunicato, con autoparlanti, nelle vie e nelle piazze della città. La linea d'ora in poi è della tolleranza zero".

Lo stesso sindaco, stamane, si è recato in ospedale per incontrare brevemente "una rappresentanza dei dottori e delle infermiere in servizio del Pronto Soccorso dell’Ospedale di Rivoli per trasmettere la vicinanza e la gratitudine della cittadinanza per la professionalità, l’impegno, il sacrificio e la dedizione che stanno mettendo in questo grave momento. La partita che ci giochiamo in questi giorni è delicata evitiamo di uscire di casa per motivi superflui. La nostra Comunità deve dare un segnale importante di compattezza per uscire ancora più rafforzata da questo momento di emergenza senza precedenti".

 

Galleria fotografica

Articoli correlati