ALPIGNANO ELEZIONI 2020 - Le interviste ai cinque candidati sindaco

| Alpignano torna a votare dopo i lunghi mesi di commissariamento dopo la sfiducia di massa al sindaco Andrea Oliva, avvenuta nel dicembre dell’anno scorso.

+ Miei preferiti
ALPIGNANO ELEZIONI 2020 - Le interviste ai cinque candidati sindaco
Cinque candidati sindaco. Una sola donna, quattro uomini. Nove liste a loro collegate: poche di partito, tante civiche. 

Alpignano torna a votare dopo i lunghi mesi di commissariamento dopo la sfiducia di massa al sindaco Andrea Oliva, avvenuta nel dicembre dell’anno scorso.

E lo stesso Oliva, classe 1968, consulente informatico, alla guida della civica “Obiettivo Alpignano”, torna alla carica e si ripresenta seppur con un progetto completamente nuovo e che vede Cosimo Di Maggio, ex candidato sindaco del Movimento 5 Stelle (partito che non si presenta alle amministrative, ndr) e sfidante al ballottaggio precedente proprio contro Oliva, in prima linea a suo supporto.

“Dobbiamo trovare soldi dalla revisione della spesa corrente amministrativa, in modo strutturale. E quelle stesse risorse serviranno per finanziare la manutenzione del patrimonio pubblico. Dagli arredi alle scuole alle strade e fino a situazioni come quella del ponte. Ci sarà poi attenzione verso le famiglie, in ambito scolastico e sportivo, con un contributo per l’acquisto dei libri per le medie e per far fare sport ai giovani”.

Il centrosinistra è spaccato in due. Da una parte c’è Steven Palmieri, classe 1983, segretario cittadino del Pd e che guida una coalizione composta da tre civiche: Alpignano Ecologica, Alpignano Solidale e Alpignano Futura.

“Attenzione al futuro degli immobili Asl presenti sul territorio, senza esborsi per il Comune. Saremo molto attenti ai servizi sul territorio, con un occhio di riguardo per anziani, giovani e famiglie e ai diritti di tutti. Vorremmo completare l’anello della variante che congiunge la statale 24 con la 25 e dare vita ad una rete di volontariato e la nascita di un polo unico emergenziale”.

L’altra parte di sinistra è quella dove si colloca Renato Mazza, titolare di un distributore di benzina, classe 1954, alla guida della lista di Articolo Uno.

“Abbiamo realizzato un programma che fosse il più vicino possibile alla cittadinanza. Non un libro dei sogni. Vorremmo far sì che i servizi Asl tornassero ad Alpignano, visto che a oggi siamo costretti ad andare a Pianezza o Venaria. Dobbiamo avere cura del territorio, partendo da un piano di vendita di beni comunali per ottenere le risorse necessarie per rifare le strade e le manutenzioni. E soprattutto ci piacerebbe costruire il terzo ponte, ai confini con Pianezza. Sarà una sfida importante che vorremmo vincere. Anche perchè con il terzo ponte si potrebbe pensare alla pedonalizzazione del centro storico”.

Il centrodestra si presenta unito sotto la guida di Davide Martino, luogotenente in pensione della Taurinense di 57 anni, a guida della coalizione composta da “Centrodestra Indipendente - Alpignano - Insieme per ripartire” e “Martino Sindaco”, lista dove sono inglobati Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia. 

“Sicuramente ci batteremo per la realizzazione del terzo ponte. Dove? Dove gli esperti diranno sia meglio costruirlo. C’è bisogno del rilancio del commercio cittadino, che deve andare di pari passo con un rilancio di carattere turistico, con la creazione di un circuito con la valorizzazione dei prodotti tipici e del museo della Lampadina. E come dimenticare il problema del Parlapà? Gli ospiti fino a oggi hanno creato numerosi problemi in termini di sicurezza. Occorre prendere decisioni drastiche per il bene di tutta Alpignano”.

Infine Linda Genre, medico odontoiatra di 39 anni, che guida le civiche “AlpignAmo” e “Cittadini Alpignano”. 

“Abbiamo già avviato contatti con gli Enti territoriali in merito al Ponte Nuovo: allo stato attuale non sappiamo se basteranno le risorse stanziate per rendere sicuro l’attraversamento che dovrebbe aprire a giorni e che tra l’altro sarà limitato al trasporto leggero. Tra le altre iniziative c’è “Alpignano per il Business” servizio di consulenza gratuito per fiscalità, bandi, agevolazioni e concorsi attraverso il supporto di consulenti qualificati messi a disposizione dal Comune. Infine semplificherei la fiscalità e diminuirei gli oneri per agevolare vecchie e nuove imprese e attrarre investimenti”.

Cronaca
MAPPA CORONAVIRUS - Venaria 131, Collegno 256, Rivoli 174. Stabili a Borgaro. In calo a Givoletto
MAPPA CORONAVIRUS - Venaria 131, Collegno 256, Rivoli 174. Stabili a Borgaro. In calo a Givoletto
Di seguito i dati diramati dall'Unità di Crisi regionale alle 18.30 di oggi, sabato 24 ottobre 2020, nei nostri Comuni.
VENARIA - Sindaco e assessore controllano la sicurezza del mercato di viale Buridani
VENARIA - Sindaco e assessore controllano la sicurezza del mercato di viale Buridani
Per tutta la mattinata, gli agenti di polizia locale hanno presidiato l'intero asse commerciale, per controllare distanze e il corretto uso della mascherina.
COLLEGNO - L'arbitro Riccardo Annaloro debutta in serie A: sarà assistente in Parma-Spezia
COLLEGNO - L
Domani pomeriggio, alle 15, allo stadio "Ennio Tardini". E' il primo associato della sezione collegnese "Bergadano" a raggiungere questo prestigiosissimo traguardo.
ORA SOLARE - Stanotte le lancette dovranno essere spostate un'ora indietro
ORA SOLARE - Stanotte le lancette dovranno essere spostate un
Se i telefonini e i pc attueranno il cambio in automatico, per sveglie e orologi non di ultima generazione si dovrà procedere in maniera manuale.
CORONAVIRUS ECCO IL COPRIFUOCO - Non si potrà uscire dalle 23 alle 5 ECCO L'AUTOCERTIFICAZIONE
CORONAVIRUS ECCO IL COPRIFUOCO - Non si potrà uscire dalle 23 alle 5 ECCO L
Dopo le 23 si potrà uscire solo per motivi urgenti indifferibili e comprovati, tra cui recarsi in ospedale o recarsi a lavoro o situazioni familiari gravi.
MAPPA CORONAVIRUS - 103 a Borgaro, 123 a Venaria, 237 a Collegno. Alpignano e Varisella in calo
MAPPA CORONAVIRUS - 103 a Borgaro, 123 a Venaria, 237 a Collegno. Alpignano e Varisella in calo
Di seguito i dati diramati dall'Unità di Crisi regionale alle 18.30 di oggi, venerdì 23 ottobre 2020, nei nostri Comuni.
RIVOLI - La merce veniva pagata con assegni intestati a persone morte: due arresti
RIVOLI - La merce veniva pagata con assegni intestati a persone morte: due arresti
i militari dell’Arma hanno bloccato una donna di 56 anni di Torino e un uomo di 46 anni di Milano
RIVOLI - Il passante immortala con il telefonino i ladri e li fa arrestare dalla polizia
RIVOLI - Il passante immortala con il telefonino i ladri e li fa arrestare dalla polizia
Tre persone vengono viste entrare, dopo aver forzato la recinzione, in una struttura abbandonata. Poco dopo vengono fuori e caricano nel bagagliaio dell’auto alcuni oggetti.
VENARIA - Covid: riattivato il Centro Operativo Comunale. Giulivi: «Volontari in aiuto di chi è in difficoltà»
VENARIA - Covid: riattivato il Centro Operativo Comunale. Giulivi: «Volontari in aiuto di chi è in difficoltà»
La Polizia Municipale sta monitorando possibili fonti di assembramento prevedendo, se necessario, ordinanze restrittive da parte dell'amministrazione.
VENARIA - Brescia (Progetto Civico): «Test rapidi per i soggetti vulnerabili e nelle scuole»
VENARIA - Brescia (Progetto Civico): «Test rapidi per i soggetti vulnerabili e nelle scuole»
Dopo la richiesta della consigliera del Pd, Rossana Schillaci, in cui chiedeva tamponi o test rapidi per studenti e docenti, ecco ora la proposta del consigliere civico.
Le news di Venaria, Druento e venariese le trovi su QuotidianoVenaria.it
Le notizie di Venaria le trovi su QuotidianoVenaria.it!
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Venariese in tempo reale!
QuotidianoVenaria è un supplemento telematico di QuotidianoCanavese, testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Editore