Con l'esibizione delle atlete del Gruppo Twirling Les Papillons di Venaria e degli Alfieri Reali Sbandieratori e Musici Venaria Reale, oltre che di una rappresentanza dei calciatori di Venaria e Don Bosco Rivoli, è ufficialmente iniziato il primo «Trofeo Reale», organizzato dall’Asd Venaria con il patrocinio del Comune di Venaria Reale e del Consorzio delle Residenze Reali Sabaude “La Venaria” e che si disputerà fino al 12 giugno 2022 nel campo sportivo Don Mosso.

Otto squadre per un torneo che si pone l’obiettivo di incentivare il legame, la conoscenza e la visibilità reciproca delle istituzioni, cittadini e società calcistiche attive nei comuni e territori dove è presente una Residenza Reale Sabauda, parte del sistema di Regge e Castelli piemontesi dichiarato dall'Unesco «patrimonio dell’Umanità».

Il torneo, valido per la categoria 2007, ovvero gli Under 15, vede ai nastri di partenza Venaria, Torino, Bra, Moncalieri, Nichelino Hesperia, Don Bosco Rivoli, Savonera e Rivarolese: le premiazioni si terranno il 12 sera, dalle 20, alla Reggia di Venaria.

All'inaugurazione erano presenti il sindaco di Venaria, Fabio Giulivi; l'assessore allo Sport, Luigi Tinozzi; l'assessore alla Cultura, Marta Santolin; l'assessore regionale allo Sport, Fabrizio Ricca; il consigliere comunale Andrea Carlomagno; Antonio Esta, presidente del Venaria; Fabrizio Spaolonzi, rappresentante del Venaria; Tomaso Ricardi di Netro, in rappresentanza del Consorzio delle Residenze Reali Sabaude “La Venaria”; e Fernando Talarico, presidente del Don Bosco Rivoli Calcio. 

«Coniugare sport e cultura non era semplice. Una sfida vinta dal Venaria Calcio che, grazie ad Antonino Esta e a Fabrizio Spaolonzi, con il supporto del Consorzio delle Residenze Reali Sabaude “La Venaria”, hanno dato vita ad un torneo giovanile di calcio che abbraccia tutte le cittadine che hanno una residenza reale sabauda. Un torneo alla prima edizione che, come ha già anticipato lo stesso Venaria, dal prossimo anno avrà un respiro anche internazionale. Un'altra bellissima pagina di sport che vede nel Don Mosso un teatro di valore assoluto», hanno commentato il sindaco Fabio Giulivi, l'assessore Marta Santolin e l'assessore regionale Fabrizio Ricca.

Galleria fotografica

Articoli correlati