Importanti novità per chi dovrà parcheggiare a Venaria nelle "zone blu" dal prossimo 1 ottobre 2019. 

Gli automobilisti, infatti, al momento del pagamento nelle apposite colonnine dovranno digitare per intero la propria targa e seguire le successive istruzioni. Senza attendere il tagliandino che ne certifichi il pagamento.

Questo perché la Gesin - la società partecipata comunale che gestisce le zone di sosta a pagamento nella Reale e la riscossione delle tariffe nelle stesse - ha deciso di fare una svolta green, andando a risparmiare sulla carta. 

Sarà infatti il personale deputato al controllo della sosta a verificare se il pagamento sia o meno avvenuto. Questo tramite il lettore targhe di ultima generazione, già in utilizzo per il controllo degli abbonamenti. 

Galleria fotografica

Articoli correlati