Nuovo consiglio di amministrazione di Fondazione Via Maestra. Dopo il Collegio Fondatori, nominato poche settimane fa, ieri, venerdì 2 aprile 2021, è stato eletto Diego Donzella quale presidente. Il CdA vede anche la presenza di due donne: Cinzia Incardona e l’avvocato Chiara Turino. 

"Ringrazio il Cda uscente e il dottor Andrea Dalla Chiara per il lavoro svolto in questi anni. Come per gli altri CdA, nominati negli scorsi giorni, anche in questo caso abbiamo individuato persone di grande qualità. Importante una forte presenza di donne e giovani, proprio per svoltare e guardare con forza al futuro – afferma il sindaco Fabio Giulivi - Al nuovo CdA i migliori auguri di buon lavoro, certo che saprà dare nuovo slancio alle attività della Fondazione anche in un'ottica di allargamento di soci fondatori per alzare il livello delle proposte culturali in sinergia con l'Amministrazione comunale e gli altri attori culturali del territorio”.

La Fondazione persegue le finalità di gestione, sviluppo e valorizzazione delle attività, delle strutture e degli organismi museali, teatrali, bibliotecari e culturali in genere, nonché di conservazione e manutenzione dei beni culturali ricevuti o acquisiti. La Fondazione opera, per accrescere la formazione culturale delle persone, favorendo esperienze di formazione al lavoro di giovani interessati alla ricerca e all’impegno in campo sociale, artistico e culturale, favorendo lo svolgimento di un rinnovato ruolo da parte di cittadini non più attivi sul mercato del lavoro e per il coinvolgimento delle associazioni e dei singoli nella progettazione e organizzazione permanente delle espressioni culturali sul territorio.

​E tra gli obiettivi futuri, spicca la promozione di iniziative e collaborazioni con Reggia, Parco La Mandria e Centro Conservazione e Restauro. 

"La Fondazione Via Maestra sarà chiamata nei prossimi anni ad affrontare nuove sfide ed a dilatare le frontiere delle proprie possibilità. Tale processo non può che generarsi da un'importante capacità di innovazione. Mi auguro che le nuove figure all'interno del Cda, possano pertanto dare un contributo irreversibile in tal senso; la loro età e l'eterogeneità della loro formazione credo possano essere un buon presupposto per imporre nuove "forme" e "obiettivi" per il nostro Ente culturale. Lavoreremo, fin da subito, per costruire una squadra collaborativa, affinché tutte le persone facenti parte della nuova governance, pur svolgendo compiti diversi possano contribuire al meglio nella realizzazione di questa visione comune”, commenta l’assessore alla Cultura, Marta Santolin.

Per Donzella si tratta di un ritorno in Fondazione, dopo aver ricoperto il ruolo di consigliere nel 2011.

"Ringrazio l’amministrazione per questa scelta. Stiamo vivendo mesi molto difficili e bui. Finita questa emergenza tornerà la luce,  Si avrà voglia di uscire, di incontrarsi e di sorridere. La cultura, le manifestazioni e l’intrattenimento avranno un ruolo fondamentale per costruire lo spirito della rinascita. La Fondazione sarà uno strumento importante per fare cultura e creare eventi sul nostro territorio. Il mio auspicio è che si perseguano forme di cultura diffusa e policentrica, per coinvolgere tutti i tipi di pubblico un po’ su tutto il territorio comunale ed anche oltre. Si lavorerà rilanciare la Fondazione con una visione di medio e lungo periodo, perché possa essere ambiziosa nelle intenzioni ed attrattiva per possibili nuovi partners e sinergie. Turino e Incardona? Si tratta di due giovani donne, laureate, competenti, preparate, il cui apporto sarà di grande aiuto per il compito che ci aspetta. Quindi sono molto contento di averle accanto", commenta Donzella.
 
Gli incarichi, per effetto delle disposizioni di Legge, sono a titolo onorifico, non danno luogo a compensi e cesseranno in corrispondenza del termine del mandato del Sindaco, salvo eventuale revoca.

Silvia Iannuzzi

Galleria fotografica

Articoli correlati