Con la riqualificazione di quella presente nel rione Fiordaliso, ad Altessano, è partita la riqualificazione delle torrette Enel presenti a Venaria. 
 
"E' uno dei tanti esempi di degrado, di vandalismo che da troppo tempo caratterizzano questa città, da almeno 35 anni, ovvero da quando esistono le Fiordaliso-Gescal. Grazie ad Enel è partita la riqualificazione, che vedrà la cancellazione di tante scritte. L'auspicio è che in futuro prevalga il buon senso da parte di tutti", commenta Marco Scavone, assessore con delega al recupero delle periferie.
 
"Uno dei principali obiettivi di questa maggioranza è stato fin da subito il recupero delle periferie, viste non più come zone marginali e dimenticate, bensì come le porte d'ingresso alla nostra Città. Abbellire questi quartieri, combattere il degrado, serve a far sentire i cittadini parte di un'unica città senza venariesi di serie A e serie B. Per anni si è pensato che sarebbe bastato cambiare nome alle Gescal, chiamandole Fiordaliso, per riqualificarlo. E invece serviva tempo, attenzione e soprattutto risorse per dar seguito alle segnalazioni dei residenti. Un esempio? Le torri dell'Enel sono da anni simbolo del degrado e della trasandatezza della zona. Questa amministrazione ha iniziato una concertazione con Enel per risistemare tali immobili dando nuovamente una parvenza di ordine e pulizia. Ringrazio l'assessore Marco Scavone per il tempo, la passione e la competenza che sta mettendo in questo incarico. La lotta al degrado continua giorno dopo giorno", commenta il sindaco Fabio Giulivi. 
 

Galleria fotografica

Articoli correlati