VALLO - 50 anni fa a Cà Savio di Venezia moriva Maria Orsola Bussone, oggi Venerabile

| Un banale incidente, al termine di una giornata al mare in un campo scuola con la parrocchia, strappava alla vita, il 10 luglio del 1970, a soli 15 anni.

+ Miei preferiti
VALLO - 50 anni fa a Cà Savio di Venezia moriva Maria Orsola Bussone, oggi Venerabile
Cinquant'anni fa, il 10 luglio 1970, si interrompeva l'esistenza terrena di Maria Orsola Bussone, oggi Venerabile. Un banale incidente a Cà Savio di Venezia, al termine di una giornata al mare in un campo scuola con la parrocchia. Sono passati cinque decenni, nei quali la sua figura è stata viva, studiata e approfondita nel corso del Processo di Beatificazione, presa come modello, conosciuta oltre i confini, in tutto il mondo.
 
Una ragazza di Vallo, nata il 2 ottobre 1954, che scopre a 12 anni la bellezza della vita del Vangelo. Niente di straordinario, tutto estremamente ordinario. Nessuna astrattezza, contemplazione, visione mistica o stigmate. Maria Orsola, con le amiche e gli amici di Vallo, scopre in quel Libro da vivere un senso per la sua esistenza. Che si snoda tra scuola, famiglia, divertimento al mare e montagna, complesso musicale. Il tutto negli anni dei Beatles e delle "messe beat", delle trasformazioni sociali e dei movimenti studenteschi. In quel contesto - descritto nel libro "Evviva la vita. La corsa verso il cielo di una ragazza del '68", scritto da Gianni Bianco per San Paolo - si snoda la vita luminosa della ragazza di Vallo. Mai da sola nella "corsa", in cordata.

Cinquant'anni dopo ci sono il covid, Zoom, la voglia di uscire e ripartire. Nei cinque decenni dal 1970 a oggi, la figura di Maria Orsola Bussone è stata viva, vive oggi. Come allora, in chi sceglie di condividere, generare comunità, di non essere da soli nel percorso e di ricominciare insieme quando si sbaglia e si cade. La Spiritualità dell'Unità e il legame con la parrocchia, la "Chiesa-comunione", la modernità del post-Vaticano II, colpiscono Maria Orsola (sin dal 1967) e proprio nella dimensione parrocchiale si articola il suo viaggio. A scuola e con le amiche "Normalissimo - come ripete da cinquant'anni mons. Vincenzo Chiarle, parroco di Vallo - Un percorso fatto nella parrocchia, come pochissime altre avventure di santità. È una dimensione di santità comunitaria la sua, unica in Italia e forse nel mondo, che è un grande dono per la Diocesi di Torino. Maria Orsola ha conosciuto la spiritualità del Movimento dei Focolari, vi aveva creduto fino in fondo, con entusiasmo e impegno, bruciando le tappe di una maturazione e crescita cristiana che oggi è un modello imitabile". "La sua vita - aggiunge il parroco di Vallo - compendiava i frutti prodotti dall'incontro della Chiesa gerarchica, per lei la parrocchia, e i doni carismatici, quelli del Movimento dei Focolari. Un patto modernissimo, decisivo per la chiesa che si trasforma". E tutto questo ha fatto di lei una ragazza speciale? «Sì - afferma la postulatrice della Causa di Canonizzazione, suor Maria Caterina Einaudi - perché fin dall'inizio, dopo la sua morte, c'è stata fama di santità. E la santità non si inventa, la crea solo Dio".
 
La vita di Maria Orsola Bussone divenne negli anni esempio per tanti, in Italia e all’estero, come ricorderà proprio a Vallo nel 1993 l’Arcivescovo di Praga Miloslav Vlk, come pure i vescovi di Taipei e Baghdad. Ma soprattutto un esempio per la gente comune (300mila persone passate a Vallo, paese di 750 abitanti, dal 1967 a oggi), e per i ragazzi che si sono preparati ai sacramenti in incontri e campiscuola sull'esempio e sugli scritti di una sedicenne che papa Giovanni Paolo II il 3 settembre 1988, allo stadio di Torino, additò a sessantamila giovani come modello: "accettò di fare della sua vita un dono". La causa di beatificazione ha portato il 18 marzo 2015 alla promulgazione da parte della Congregazione delle Cause dei Santi del "Decretum super virtutibus", la venerabilità per virtù vissute "in modo eroico, in una vita ordinaria ed imitabile". La corsa di Maria Orsola non finì con la tragedia di Cà Savio, 50 anni fa. Lo sintetizzò bene il cardinal Severino Poletto nel 2004 nella messa per la traslazione della salma nella chiesa parrocchiale: "Pur essendo attorno a una bara, qui non c’è la morte, ma il trionfo della vita!".
 
Quella di domenica 12 luglio 2020 a Vallo, non sarà una commemorazione. Maria Orsola vive oggi in tanti giovani e non solo. A partire dalle 15,30 diretta streaming YouTube all'indirizzo https://youtu.be/o0-QEqfJ88U
 
L'evento al centro parrocchiale di Vallo; nella scaletta del pomeriggio di domenica, filmati, interviste - anche ai genitori di Maria Orsola, Luigina e Umberto - testimonianze dall'Italia e dall'estero e la partecipazione in diretta da Loppiano dei complessi internazionali Gen Rosso e Gen Verde. Domenica mattina, alle 10,30 nella chiesa parrocchiale di Vallo, la messa nel cinquantesimo anniversario con don Luca Ramello, responsabile della pastorale giovanile della Diocesi di Torino, all'altare insieme a monsignor Vincenzo Chiarle, parroco di Vallo, comunità che dal 1977 al 1984 ha ospitato, al ritiro dalla Diocesi, il Cardinale Michele Pellegrino, tra le più grandi personalità della Chiesa nel Novecento.
Cronaca
GRUGLIASCO - Attivisti di Azione Studentesca aggrediti con bastoni e catene e minacciati di morte
GRUGLIASCO - Attivisti di Azione Studentesca aggrediti con bastoni e catene e minacciati di morte
A denunciare l'accaduto è Enrico Forzese di Fratelli d'Italia. I fatti sono avvenuti ieri sera, unedì 25 gennaio 2021, davanti al liceo Marie Curie.
VENARIA-DRUENTO - Dall'Ulivo di Gerusalemme alla mostra su Anna Frank: le iniziative in programma
VENARIA-DRUENTO - Dall
Dal 27 gennaio al 5 febbraio, nella scuola media Don Milani di corso Papa Giovanni XXIII 54 ecco la mostra fotografica “Bambini nel vento” a cura dell’Anpi.
DRUENTO - In lutto per la morte di Paola Micheletti, storica bidella: aveva 73 anni
DRUENTO - In lutto per la morte di Paola Micheletti, storica bidella: aveva 73 anni
La notizia della morte è stata data tramite Facebook, dove in poco tempo sono iniziati a piovere ricordi su ricordi di una donna che ha visto crescere migliaia di bambini, ora diventati donne e uomini con famiglie.
GRUGLIASCO - Le chiede soldi ma al suo «no» la picchia e la ferisce in faccia con un taglierino
GRUGLIASCO - Le chiede soldi ma al suo «no» la picchia e la ferisce in faccia con un taglierino
La vittima è stata portata in ospedale, al San Luigi di Orbassano, dove è stata medicata. I carabinieri della compagnia di Rivoli, in particolare della stazione di Grugliasco, stanno cercando l'aggressore.
FIANO - Nel capannone si coltivava la cannabis: tre arresti e 800 piante sequestrate
FIANO - Nel capannone si coltivava la cannabis: tre arresti e 800 piante sequestrate
In manette finiscono un 33enne di Fiano e altre due persone, di 48 e 51 anni, arrestate dagli uomini della Squadra Mobile di Torino.
RITARDI VACCINI - L'assessore regionale Icardi: «Seconda fase scatterà a metà febbraio»
RITARDI VACCINI - L
Lo ha annunciato durante la Commissione Sanità, elogiando la decisione del Dirmei di accantonare le dosi vista la razionalizzazione delle stesse, con un taglio del 29% rispetto a quanto concordato.
COLLEGNO - Parte lo sharing dei monopattini elettrici: «Meno auto e meno polveri sottili»
COLLEGNO - Parte lo sharing dei monopattini elettrici: «Meno auto e meno polveri sottili»
A seconda della risposta degli operatori, a questo servizio di sharing potranno aggiungersi biciclette a pedalata assistita e scooter elettrici, che saranno sempre disponibili nei Punti sharing individuati.
VENARIA - Piccola Reggia, Frediani: «L'Asl To3 non ha dato indicazioni su come gestire i positivi»
VENARIA - Piccola Reggia, Frediani: «L
La consigliera regionale del Movimento 4 Ottobre, Fancesca Frediani, è riuscita ad effettuare un accesso agli atti sulle due ispezioni avvenute il 12 novembre 2020 e il 2 dicembre 2020 nella Rsa "Piccola Reggia" di Venaria.
SMOG - Migliora la qualità dell'aria: da domani stop ai blocchi alle auto
SMOG - Migliora la qualità dell
Fino al 31 marzo 2021 la circolazione sarà vietata anche per ciclomotori e motocicli Euro 0 e i veicoli diesel Euro 3 e Euro 4, per il trasporto di persone o merci, dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 19.
GRUGLIASCO - Morti nella Rsa San Giuseppe: la procura indaga tre suore per omicidio ed epidemia colposi
GRUGLIASCO - Morti nella Rsa San Giuseppe: la procura indaga tre suore per omicidio ed epidemia colposi
Per la procura, il personale sanitario non sarebbe stato formato a regola d'arte per gestire il Covid-19 e, allo stesso tempo, come i dispositivi di protezione fossero inadeguati.
Le news di Venaria, Druento e venariese le trovi su QuotidianoVenaria.it
Le notizie di Venaria le trovi su QuotidianoVenaria.it!
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Venariese in tempo reale!
QuotidianoVenaria è un supplemento telematico di QuotidianoCanavese, testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Editore