Dalle prime ore del mattino, i carabinieri stanno eseguendo un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal G.I.P. del Tribunale di Torino - su richiesta della locale Procura della Repubblica - per associazione per delinquere finalizzata alla commissione di furti in abitazione, ricettazione, detenzione e porto illegale di armi e strumenti atti ad offendere nei confronti di una decina di persone, albanesi e italiani.

I componenti del gruppo criminale, armati di coltelli e bastoni, dopo aver rotto le tapparelle o le porte d’ingresso, saccheggiavano ville e abitazioni isolate, sorprendendone talvolta gli occupanti nel sonno, depredando qualunque cosa fosse presente in casa (orologi, oro, contanti, capi d’abbigliamento, autovetture, elettrodomestici e armi legalmente detenuti dai proprietari).

Diciassette gli episodi delittuosi contestati dai Carabinieri di Rivoli alla banda e avvenuti nella provincia di Torino, nonché in quelle di Biella, Novara e Perugia. 

 

Galleria fotografica

Articoli correlati