Futuro più roseo per i 176 lavoratori dell'ex Auchan di Rivoli, da pochi giorni diventato Conad e ora chiuso proprio per il restyling.

I vertici aziendali di Margherita spa e di Conad Nord Ovest Tirrena Insieme srl, le organizzazioni sindacali (Fisascat-Cisl, Filcam-Cgil e Uil-Tucs) e le rsu, dopo una riunione fiume, sono riusciti a trovare una quadra per dare maggiori certezze ai lavoratori.  

Il primo passo è la cassa integrazione a zero ore per questi due mesi di chiusura, con successivo rientro a lavoro per tutti. Per quanto concerne gli esuberi, però, la partita è ancora aperta: per questo il tavolo non è chiuso, anche perché si dovrà ragionare su quanti vorranno andare in pensione in anticipo, su eventuali esodati o su chi, invece, accetterà lo spostamento in altri supermercati, ovviamente sempre nell'area metropolitana. 

Nonostante i 59 paventati, i sindacati non vogliono sentir parlare di esuberi: questo perché gli stessi sindacati hanno continuato a rimarcare come l'area del supermercato rimarrà la stessa. 

Nell'accordo è anche prevista la richiesta al Ministero degli ammortizzatori sociali, che saranno chiesti dalle due società, quella uscente e quella subentrante.  

 

 

Galleria fotografica

Articoli correlati