MAPPANO - Ragazzini presi a schiaffi e a colpi di bastone perché si divertono in piazza

| Protagonista una donna, residente nella zona di piazza Giovanni Paolo II. I genitori dei ragazzi hanno fatto un esposto ai carabinieri.

+ Miei preferiti
MAPPANO - Ragazzini presi a schiaffi e a colpi di bastone perché si divertono in piazza
Il periodo estivo, soprattutto per i giovani, può diventare piuttosto problematico. Specie se non si ha la possibilità di poter andare al mare o in montagna, per divertirsi assieme agli amici o a coetanei.

E ne sa qualcosa un gruppetto che ogni giorno si ritrova nella tensiostruttura di piazza Giovanni Paolo II, a Mappano. Il principale luogo di ritrovo - più della centrale piazza don Amerano - dove si passano questi pomeriggi estivi. A ridere, scherzare e giocare.

Ma martedì pomeriggio, attorno alle 18.30, qualcosa è andato diversamente. E quelle risate, quegli scherzi e quei giochi si sono trasformati in attimi di terrore. Questo perché una residente, stufa di quel vociare, ha deciso di scendere in strada e affrontare quei ragazzi, tutti minorenni.

Come? A colpi di schiaffi e di bastonate, alle gamba e alle braccia.

Il motivo? <Ha dato loro la colpa di aver vandalizzato il Punto Smat, senza però avere alcuna certezza sul fatto che fossero stati davvero loro>, denuncia la sorella di uno dei ragazzi presi a schiaffi.

Un episodio denunciato attraverso i social, in particolar modo tramite le pagine Facebook dedicate alla neo cittadina.

E se nessuno dei ragazzi è dovuto ricorrere alle cure mediche ospedaliere, su Facebook è iniziato un duro scambio di opinioni fra gli utenti e fra i residenti. In molti hanno giudicato eccessivo il comportamento di quella donna. Altri, invece, l’hanno praticamente appoggiata, forse perché stufi di comportamenti analoghi avvenuti in altre zone di Mappano. 

Poche settimane fa, infatti, ignoti avevano ripetutamente vandalizzato dei cassonetti per la raccolta dei rifiuti. Compresi quelli presenti nella scuola elementare. 

Gli stessi genitori, non appena hanno saputo quanto accaduto ai loro figli, hanno deciso di riunirsi per decidere il da farsi. Provando anche a suonare al campanello della donna, senza però ottenere alcuna risposta, nonostante nessuno di loro - come spiegano su Facebook - avessero cattive intenzioni ma solo la volontà di fare chiarezza su quanto accaduto e capire le motivazioni che avessero spinto la donna ad usare la violenza e non le parole. 

I genitori, assieme ai figli, si sono poi presentati poi dai carabinieri per fare un esposto contro la donna. 

<Alla violenza, per quanto ingiusta, non si risponde con altra violenza. Ma trovo giusto far ragionare e far capire gli errori commessi a entrambe le parti>, commenta un genitore.



Cronaca
VENARIA - Un roseto in memoria delle donne vittime di violenza nella «casa» dei carabinieri della Reale
VENARIA - Un roseto in memoria delle donne vittime di violenza nella «casa» dei carabinieri della Reale
Nel comando compagnia dell'Arma di via Dante. Grazie all'associazione "Valli in Rosa", che si occupa di assistenza alle donne vittime di violenza.
RIVOLI - Teppisti in azione al cimitero: vandalizzata una tomba
RIVOLI - Teppisti in azione al cimitero: vandalizzata una tomba
Lo sfogo della figlia del defunto. Non è la prima volta che avvengono episodi di questo genere.
VALLO - Tre giorni di grande divertimento con la Festa della Birra
VALLO - Tre giorni di grande divertimento con la Festa della Birra
Dal 23 al 25 agosto, in piazza San Secondo, dalle 20 in poi, spazio al divertimento, alla musica, all'allegria e alla birra, organizzati dalla Pro Loco di Vallo Torinese e dalla Consulta dei Giovani.
CASELLE - Avaria sull'aereo: scatta l'emergenza al «Sandro Pertini»
CASELLE - Avaria sull
Per fortuna, nonostante in pista si siano immediatamente schierati i vigili del fuoco dell'aeroporto con diversi mezzi, la situazione d'emergenza è rientrata pressoché subito: l'aereo, infatti, è atterrato seppur con un ritardo di una venti
BORGARO - Lavoratori non in regola nel cantiere di via Svizzera, Sciandra: «Un fatto grave»
BORGARO - Lavoratori non in regola nel cantiere di via Svizzera, Sciandra: «Un fatto grave»
Il gruppo di opposizione "Cristiana Sciandra" di Borgaro interviene dopo che i carabinieri hanno trovato dei lavoratori non in regola nel cantiere di riqualificazione del manto stradale in via Svizzera
BORGARO - Lavoratori non in regola nel cantiere di via Svizzera, Gambino: «non lo bloccheremo»
BORGARO - Lavoratori non in regola nel cantiere di via Svizzera, Gambino: «non lo bloccheremo»
Puntuale è arrivata la replica del primo cittadino, dopo le esternazioni da parte dei consiglieri di opposizione del Gruppo Cristiana Sciandra.
PIANEZZA-DRUENTO - Auto a fuoco mentre è in marcia
PIANEZZA-DRUENTO - Auto a fuoco mentre è in marcia
E' successo nella tarda serata di ieri, lungo la via Savonera-Druento, nel territorio di Pianezza, ai confini con Druento.
VENARIA - VANDALI ALLA DON MILANI - Schillaci (Pd): «Occorrono le telecamere» - FOTO
VENARIA - VANDALI ALLA DON MILANI - Schillaci (Pd): «Occorrono le telecamere» - FOTO
Sono queste le immagini del doppio atto vandalico alla scuola nei giorni di Ferragosto, negli uffici della segreteria.
BORGARO-CASELLE - Lavoravano nel cantiere senza permesso di soggiorno: denunciato amministratore di società
BORGARO-CASELLE - Lavoravano nel cantiere senza permesso di soggiorno: denunciato amministratore di società
A seguito di un controllo in via Svizzera a Borgaro, in un cantiere per la riqualificazione del manto stradale
VENARIA - Vandali in azione alla Don Milani: doppia «visita» in pochi giorni in segreteria
VENARIA - Vandali in azione alla Don Milani: doppia «visita» in pochi giorni in segreteria
Tutto come un anno fa, sempre a ridosso di Ferragosto. Colpiti gli uffici della segreteria, gettando a terra e rovinando importanti documenti.
Le news di Venaria, Druento e venariese le trovi su QuotidianoVenaria.it
Le notizie di Venaria le trovi su QuotidianoVenaria.it!
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Venariese in tempo reale!
QuotidianoVenaria è un supplemento telematico di QuotidianoCanavese, testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Editore