E' stata ritrovata in corso Torino a Grugliasco l'auto con la quale è stato investito, qualche giorno fa, un rider di Glovo in via San Donato a Torino, fuggendo subito dopo averlo travolto mentre era alla guida di una Lancia Y blu.

Oggi, lunedì 23 dicembre 2019, i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Torino Mirafiori e gli agenti del Reparto Radiomobile della Polizia Municipale di Torino hanno tratto in arresto un 48enne senza fissa dimora, sprovvisto di patente perché revocata e già noto alle forze di polizia per reati in materia di stupefacenti e contro la persona.

Immediati gli accertamenti degli uomini della Polizia Municipale che, partendo dalle testimonianze di alcuni passanti, sono risaliti ad una targa parziale dell’investitore, raccogliendo anche preziosi frammenti di un fanale infrantosi nell’impatto.

Ma la svolta è arrivata soltanto sabato sera, a seguito delle anonime delazioni telefoniche rese alla Centrale Operativa dei Carabinieri: all’orecchio dell’operatore vengono riferite circostanze vaghe, ma utili per coordinare nuove e più incisive indagini, nell’ambito delle quali viene individuata con certezza l’identità del presunto conducente del veicolo.

I Carabinieri della Compagnia Torino Mirafiori e gli agenti del Reparto Radiomobile della Polizia Municipale hanno quindi unito gli sforzi effettuando ricerche presso numerose carrozzerie ed individuando, dopo alcuni giorni, la citata Lancia Y parcheggiata nel territorio di Grugliasco.

Sentitosi braccato, il 48enne ha quindi deciso di presentarsi presso la Squadra Volanti della Questura di Torino dove è stato poi arrestato, non prima di aver spontamente raccontato una parte di quanto accaduto. 

Ora si trova ai domiciliari per lesioni personali stradali gravissime, fuga ed omissione di soccorso a seguito di sinistro stradale.

 

Galleria fotografica

Articoli correlati