Ripristinare la viabilità precedente in via Bligny e in via Castagnevizza per evitare code e disagi. Questo l'invito da parte di Fratelli d'Italia Collegno, dopo che nei mesi scorsi è stata modificata quella strada, che parte da corso Francia, e dove è sorta una pista ciclabile.

Ed è per questo motivo che è sorta una raccolta firme, promossa da FdI e rivolta a cittadini e commercianti della zona. 

«Si può ancora porre rimedio. L'esperimento è fallito. Nonostante l'Amministrazione Comunale si ostini a dire che tutti siano d'accordo e che le modifiche siano piaciute. Residenti e commercianti della zona stanno subendo conseguenze negative per i lavori non solo in via Bligny ma anche in via Castagnevizza e in via Vandalino. Si formano code e disagi negli orari di punta ed un aumento delle polveri sottili.

In via Bligny la situazione è drammatica: mancano i parcheggi, drasticamente ridotti nonostante con il precedente doppio senso di circolazione vi fosse una doppia fila di parcheggi.

I nuovi stalli di sosta, inoltre, possono portare anche alla formazione di code, specie quando si parcheggiano i furgoni. Con conseguenze anche per il trasporto pubblico locale.

Per non parlare dei problemi legati ai portatori di disabilità, costretti a fare le gimcane a causa dei pali della luce piantati in mezzo ai marciapiedi stessi», spiega Alberto Romeo, coordinatore cittadino del partito di Giorgia Meloni.

La raccolta firme è ancora in corso: i moduli si possono trovare all'interno degli esercizi commerciali di zona.

Galleria fotografica

Articoli correlati