Collegno è in lutto per l'improvvisa morte di Carlo Gai. Aveva 62 anni. 

Una vita passata a Collegno, la sua. Dagli inizi, negli anni '70, come sindacalista nella Filcams-Cgil, dove si occupava proprio della zona Ovest della cintura torinese.

Poi, l'avventura nella Cidiu, la società che si occupa della raccolta rifiuti in questa zona, fino all'approdo nella segreteria del sindaco a Collegno. 

Toccante il ricordo del Pd di Collegno: "Il dolore che si prova quando si perde un amico, un compagno, una persona leale è spesso così grande da non trovare le parole per esprimersi. Sabato notte ci ha lasciati Carlo Gai, compagno di mille battaglie politiche. Ha combattuto quella più importante per la vita, con tutte le sue forze, con la dignità, la consapevolezza, il pragmatismo che tutti noi gli conoscevamo. Fedele ai propri valori ha sempre manifestato un grande rispetto per la politica e per il partito nel quale era entrato giovanissimo. Quel partito dal quale, negli ultimi anni, aveva scelto di uscire per dar vita a nuovi progetti. Sempre coerente. Sempre disponibile".

I funerali, con rito civile, si terranno mercoledì 6 marzo, alle 13.30, davanti la Villa Comunale, Parco dalla Chiesa, via Torino 9. 

Carlo Gai lascia la moglie Lilly e i figli Alessandro e Clara.

 

 

Galleria fotografica

Articoli correlati