Centinaia di neonati con i loro genitori hanno varcato, questa mattina, domenica 27 giugno 2021, le porte della Reggia e dei suoi Giardini per partecipare alla festa a loro dedicata, ovvero la "Festa della Nascita", organizzata su idea del Comune di Caselle, dell'Asl To4, del Consorzio delle Residenze Reali Sabaude, Abbonamento Musei e CCW-Cultural Welfare Center. 

Con loro altri 12 Comuni, che hanno subito detto "sì" a questa idea: Alpignano, Borgaro, Chivasso, Ciriè, Foglizzo, Leinì, Moncalieri, San Maurizio Canavese, San Mauro Torinese, Settimo Torinese, Venaria Reale, Volpiano. 

Una gioiosa festa di “benvenuto alla vita” dedicata alle neonate e ai neonati del 2020 e 2021 che una settimana fa era stata rinviata per malltempo.

L’iniziativa nasce dall’alleanza dei tredici comuni coinvolti dalla Città di Caselle Torinese nell’adozione del Passaporto culturale, il pass del progetto Nati con la Cultura ideato dalla Fondazione Medicina a Misura di Donna, che consente alle famiglie il libero accesso nel primo anno di vita del figlio e della figlia ai 40 musei del circuito di Abbonamento Musei, oggi riconosciuti Family and Kids Friendly. 

A partire dalle 10, neonate e neonati, con le rispettive famiglie, sono state accolte dal direttore della Venaria Reale, Guido Curto, dal sindaco padrone di casa, Fabio Giulivi, e dai sindaci e amministratori delle 13 municipalità.

Un’intera giornata trascorsa nei magnifici Giardini della Reggia. Un’occasione imperdibile, con numerose attività ludico-ricreative e artistiche realizzate grazie a partner territoriali: musica, teatro, letture, fotografia, gioco, laboratori e spazi di informazione dedicati alla buona crescita.

Un’iniziativa simbolica e concreta al tempo stesso per ripartire con fiducia, attraverso la bellezza del nostro patrimonio artistico culturale e riproporre momenti di socialità all’insegna della Cultura come risorsa di Benessere, dopo un lungo periodo di privazione. 

Come evidenzia un recente rapporto dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, i primi mille giorni di vita, infatti, rappresentano un periodo straordinario su cui si pongono le fondamenta, anche neurobiologiche (la massima produzione delle sinapsi neuronali), per costruire il resto dell’intera esistenza. 

L’appuntamento è reso possibile grazie anche alla volontà di molte organizzazioni che si occupano di prima infanzia, l’associazione Legalarte e il Rotary Club Torino San Carlo.

Cultura, Educazione, Sanità e Sociale uniscono infatti le forze con la Pubblica Amministrazione per dare valore alla crescita dei bambini e delle bambine. 

«La Venaria Reale è particolarmente orgogliosa di ospitare la prima edizione in assoluto della Festa della Nascita, curata dallo stesso Consorzio che gestisce la Reggia in collaborazione con Nati con la Cultura, Fondazione Medicina a Misura di Donna, Abbonamento Musei Torino Piemonte e CCW-Cultural Welfare Center, la Struttura Complessa di Pediatria e Neonatologia dell'Ospedale di Ciriè - AslTo4 insieme ai tredici Comuni della cintura torinese che partecipano all’iniziativa. Accogliere alla Reggia le neonate e i neonati del 2020 e 2021 con le loro famiglie per festeggiare il loro arrivo al mondo, rappresenta un’emozione con un significato speciale: non solo per ciò che comporta per i bimbi l’adozione del Passaporto culturale cui aderiamo già da tempo, ma perché crediamo anche nel messaggio simbolico di una ripartenza con un “benvenuto” dedicato proprio ai nati nel periodo della pandemia, nella logica di rilanciare e riproporre per tutti la condivisione del nostro patrimonio culturale con momenti di socialità all’insegna del binomio “Benessere e Cultura”. Siamo pertanto grati a tutti coloro che si sono prodigati per realizzare con noi questa giornata eccezionale, che prevede anche un ricco e variegato programma di attività tematiche», commentano Paola Zini e Guido Curto, presidente e direttore del Consorzio della Residenze Reali Sabaude.  

«Siamo felici di celebrare questa giornata che sancisce un ulteriore allargamento del progetto a nuovi comuni dell'area metropolitana. Per Abbonamento Musei, che da sempre lavora in rete con centinaia di musei, coinvolgere le famiglie e i nuovi nati in un'esperienza di fruizione del ricco e variegato patrimonio culturale della regione è un messaggio positivo. Con il passaporto culturale le famiglie potranno visitare 40 musei che spaziano tra arte antica e contemporanea, dimore storiche e scienza. Un'offerta ampia che saprà stimolare l'interesse di tutti, per trascorrere un tempo libero di qualità in famiglia nei nostri musei», commenta Simona Ricci, direttrice dell'Associazione Abbonamento Musei.

"Un ringraziamento particolare a Catterina Seia, presidente CCW, cuore e motore di queste iniziative di incontro tra bimbi e cultura. All'assessore Angela Grimaldi del Comune di Caselle; a Silvia Varetto responsabile servizi educativi della Reggia; al nostro Assessore Marta Santolin che ha promosso l'adesione della Città di Venaria; al direttore della nostra Biblioteca, Marco Perazzolo, che ha coordinato le isole educative promosse con altre biblioteche all'interno dei giardini; e al sempre disponibile direttore della Reggia Guido Curto continuamente in prima linea per mettere a disposizione la Reggia per queste magnifiche iniziative. Sempre oggi abbiamo firmato la "carta della Reggia di Venaria" un decalogo dedicato al welfare culturale per l'infanzia. Che bello vedere una Reggia piena di piccoli visitatori. Abituiamo i bambini all'arte, alla musica, alla cultura, al.bello fin dai primi giorni. Saranno donne e uomini migliori domani", commenta il sindaco Fabio Giulivi. 

Silvia Iannuzzi

(Foto Reggia di Venaria)

Galleria fotografica

Articoli correlati