Ha riaperto in modo completo nei giorni scorsi il ponte di via Tripoli a Venaria.

I lavori di rimessa a nuovo sono durati più del previsto per via dell'aumento dei costi di tutti i materiali e per la difficoltà nel reperire i materiali per via della guerra in Ucraina che sono serviti per dargli nuova vita dopo che per decenni non è più stata fatta manutenzione. 

Un aumento dei costi che ha fatto lievitare il costo iniziale che si aggirava sui 200mila euro. 

I lavori hanno riguardato il rifacimento dei parapetti del ponte in acciaio e in calcestruzzo ammalorati, il rifacimento dei marciapiedi, l’impermeabilizzazione dell’impalcato del ponte, l’esecuzione giunti di dilatazione alle due estremità del ponte. Ma anche l'asfaltatura della strada, interventi di risanamento protettivo delle pareti lato binari delle spalle, dell’intradosso impalcato e delle pareti dei muri presenti lungo il lato nord di via Tripoli dopo il ponte, scendendo verso corso Garibaldi. E, ancora, A completamento, seguirà l’intervento di risanamento e ripristino delle pareti in calcestruzzo ammalorate dei muri di sostegno, il risanamento e il ripristino della parete lato strada dei pannelli prefabbricati in cemento armato e l’esecuzione di tiranti attivi di ancoraggio per stabilizzazione dei muri di sostegno lato nord.

Galleria fotografica

Articoli correlati