"Lo portiamo in salvo noi. Così Francesco potrà salire sull'elicottero e arrivare in ospedale", diceva ieri sera Cala Cimenti, amico da una vita e compagno di cordata di Francesco Cassardo, il medico 30enne di Rivoli, caduto e rimasto ferito sabato mentre stava scendendo dal monte Gasherbrum VII, in Pakistan.

Dopo il giallo sui soccorsi, piuttosto lenti, gli amici lo hanno portato giù tramite una slitta umana, verso la zona dove potevano atterrare gli elicotteri.

Ora si trova in ospedale a Skardu, dove verrà curato. "Sono dispiaciuto di aver lasciato solo Francesco sull'elicottero - ha spiegato Cimenti - ma non ho potuto fare diversamente".

La situazione viene comunque monitorata dall'ambasciata italiana in Pakistan e dal ministero degli esteri.

Dalla Farnesina fanno sapere come le condizioni di salute di Cassardo siano serie ma non preoccupanti. 

Galleria fotografica

Articoli correlati