Si colorerà di rosso il municipio di Venaria il prossimo giovedì 25 novembre 2021, in occasione della "Giornata internazionale contro la violenza sulle donne".

Per l'occasione, la Città, anche quest'anno, propone un calendario ricco di appuntamenti suddiviso in tre giornate, che  hanno l'unico obiettivo di sensibilizzare la cittadinanza per dire "No" alla violenza sulle donne ed essere consapevoli come la violenza contro le donne sia una violazione dei diritti umani. 

"Per il 2021,  l’Amministrazione Comunale, ha voluto celebrare la “Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne”, istituita dall’assemblea delle Nazione Unite. Ritengo che un cambiamento culturale, radicale, può realizzarsisolo attraverso l’educazione al rispetto, promuovendo iniziative che facciano riflettere le comunità sulla complessità del fenomeno" spiega l'assessore alle pari opportunità, Paola Marchese. 
 
Questa ricorrenza segna anche l'inizio dei "16 giorni di attivismo contro la violenzadi genere" che precedono la Giornata Mondiale dei Diritti Umani celebrata il 10 dicembre di ogni anno, proprio per sottolineare che la violenza contro le donne è una violazione dei diritti umani. 
 
"Come amministratori ci stiamo impegnando, e ci impegneremo, per dare maggiore attenzione a questo fenomeno, specialmente tra i giovani, per “sfidare” quei pregiudizi e quelle forme di aggressività manifesta o “invisibile” sulle donne, continuando l’opera di sensibilizzazione, con ogni mezzo, affinché si rimuovano le origini di questa piaga che continua, purtroppo, tutti i giorni, a causare vittime", commenta il sindaco, Fabio Giulivi.
 
Gli eventi in calendario, cominceranno giovedì 25 novembre e sono organizzati nel rispetto delle vigenti norme sanitarie “Covid19”.
 
Il 25 novembre, sulla pagina Facebook della città di Venaria Reale,verrà trasmesso il video "Le parole di femminicidio", a cura dello staff Informagiovani e Centro Giovani “La Villetta” del Comune di Venaria Reale.
 
Alle 16.30, presso l'ingresso del Centro Commerciale “I Portici”, in via Leonardo da Vinci 50, verrà inaugurata una panchina rossa a cura di Conad City Venaria. A seguire, ecco il flash mob del Centro danza di Venaria Reale, diretto da Laura Finicelli. 
 
Alle 21, al Teatro Concordia, andrà in scena lo spettacolo teatrale “Nonostante Voi: Storie di donne coraggio”. Reportage teatrale di e con Livia Grossi musica dal vivo di Andrea Labanca; foto di Alex Majoli, Emiliano Boga, Alberto Roveri, Jacopo Barsotti; regia Gigi Gherzi e con il patrocinio di Amnesty International Italia.

Lo spettacolo è una raccolta di tre vissuti femminili per parlare di identità negate, etichette poco gradite. Biglietti: intero 15 euro + prevendita; ridotto 13 euro + prevendita.

Venerdì 26 novembre, alle 18, presso la Cappella di Sant'Uberto della Reggia di Venaria, concerto "Mille e una nota per Teresa", eseguito dalla componente femminile dell'Orchestra del Liceo Musicale "Saluzzo - Plana" di Alessandria, in ricordo di una donna vittima di femminicidio. Diretto dal Maestro Pesce. L'evento prevede inoltre l'incontro con la giornalista Daniela Peira de "La Nuova Provincia", che al tempo si occupò del caso. E con il sostituto procuratore Laura Deodato della procura di Asti. L'evento è a cura della Commissione Pari Opportunità Regionale del Piemonte.

Infine, domenica 28 novembre, alle 10, in Piazza dell'Annunziata (in caso di maltempo Infopoint di Via Mensa), l'artista Manuela Vallario propone  la sua "Installazione artistica temporanea": 112 vestiti per altrettante donne. Un ricordo delle 112 donne vittime di violenza, che hanno perso la vita in Italia lo scorso anno.
 
In città, però, ci saranno anche altri appuntamenti organizzati dalle associazioni cittadine: 
 
Giovedì 25, alle 10, il Centro Bonino di via Verdi presenterà e inaugurerà una “panchina rossa rotonda”, a memoria e contro i femminicidi che continuano a compiersi in Italia e nel Mondo. 
 
L'Anpi di Venaria Reale, giovedì 25 novembre, alle 21, presso la sede di via Cavallo 32, presenta la serata “I nostri corpi come anticorpi: ci volete ancelle e ci avrete ribelli”, titolo che trae spunto dal libro scritto da Beatrice Brignone e dalla venariese Francesca Druetti. 

Durante la serata, verranno letti passi del libro da parte di Caterina Lapenta, con interventi musicali di Gualtiero Zecchinato e dialogo tra Francesca Druetti e la moderatrice della serata, ovvero Francesca Marzano, componente del direttivo Anpi. 

Per partecipare sarà richiesto il green pass. La prenotazione è obbligatoria tramite messaggio Whatsapp al 338-5818733.

Domenica 28 novembre, l'Associazione Aps  "Divieto di noia" di Marilena Cuna e l'associazione culturale "I Retroscena" organizzano l'iniziativa "Diciamo No alla Violenza sulle Donne", patrocinata dal Comune di Druento e dall'ente Parco Regionale la Mandria. L'appuntamento è alle 10, per la camminata spontanea che partirà dal "Cancello di Druento" per chi arriva da Druento e da " Prato Pascolo" per chi giunge da Venaria. Un filo rosso accompagnerà il percorso che porterà i partecipanti alla Cascina Prato Pascolo. Qui, alle 11, ci saranno le letture tratte da "Ferite a morte" di Serena Dandini e il monologo inedito "Etichetta" scritto e recitato da Giulia Aglianò. In caso di pioggia l'evento verrà annullato.
 
Silvia Iannuzzi

Galleria fotografica

Articoli correlati