Era il 19 gennaio 2024 quando Margin Wojciechowski, 43enne polacco senza fissa dimora, è stato ucciso con almeno sette colpi di pistola.

A distanza di 24 giorni, però, dell'omicida nessuna traccia. Ed è per questo motivo che i carabinieri, compresa la squadra scientifica, sono tornati sul luogo dell'omicidio, in quella baracca sulle rive del fiume Stura, a Venaria.

Nel frattempo si indaga anche sulla vita dell'uomo e sul perché possa essere stato ucciso. E anche su quell'ipotetico litigio che sarebbe avvenuto nei pressi di un bar del centro di Venaria qualche ora prima di essere ucciso.

Attraverso il canale di cooperazione internazionale, con il Consolato polacco a Milano, sono stati cercati eventuali parenti in Polonia. È stata trovata una sorella che ha spiegato di essere impossibilitata a occuparsi della sepoltura del 43enne. Il funerale sarà a spese delle autorità italiane. 

Galleria fotografica

Articoli correlati