VENARIESE - DANNI DA CINGHIALI: Aumento del 60%, Coldiretti: «agricoltori disperati»

| L’introduzione del De Minimis, con il tetto massimo di 15mila euro per azienda nell’ultimo triennio, scoraggia le richieste di risarcimento.

+ Miei preferiti
VENARIESE - DANNI DA CINGHIALI: Aumento del 60%, Coldiretti: «agricoltori disperati»
«I danni alle colture agricole da parte dei cinghiali sono una realtà consolidata, con un pesante impatto economico sul settore agricolo. Nonostante le pressanti richieste di intervento di abbattimento presentate dagli agricoltori negli ultimi anni il problema non sembra trovare soluzione – afferma Fabrizio Galliati, presidente di Coldiretti Torino –. La conta dei danni effettivi è difficile da realizzare, anche perché l’introduzione del De Minimis, con il tetto massimo di 15mila euro per azienda nell’ultimo triennio, scoraggia le richieste di risarcimento. Oltre agli ingenti danni alle coltivazioni, soprattutto quelle del mais di cui gli ungulati sono ghiotti, sono da tenere in considerazione anche gli incidenti stradali, in alcuni casi mortali. Ad esempio come accaduto alla settantenne deceduta nel dicembre del 2017 nel Chivassese precipitata con l’auto in un dirupo».
 
Fabrizio Galliati denuncia: «Il recente programma per il contenimento del cinghiale è più ampio rispetto ai precedenti: permette di intervenire ovunque e ci sono anche gli strumenti per andare in questa direzione. Peccato non ci sia la strenua efficacia da parte degli ATC, gli Ambiti territoriali di caccia, e dei CA, Comprensori alpini. Nel 2012 sono stati abbattuti 452 cinghiali: nell’anno 2013 gli interventi si sono intensificati e si è arrivati ad abbattere 913 selvatici. A fronte di tali interventi le richieste di risarcimento danni si sono ridotte da 820 a 380 milioni. Questo significa che l’aumento degli abbattimenti porta a una drastica riduzione  dei danni: in sostanza è la prova che gli interventi sono efficaci».
 
Il presidente di Coldiretti Torino pone in evidenza una contraddizione: «In questi anni le richieste di rimborso presentate dagli agricoltori si sono ridotte a causa del De Minimis e del ritardo con cui vengono elargiti i rimborsi. Da un lato il De Minimis riduce la possibilità risarcitoria per gli agricoltori. Dall’altra il ritardo nell’arrivo dei rimborsi finisce con lo scoraggiare gli imprenditori a presentare le richieste di risarcimento».
   
La situazione più critica, oramai cronica, è il parco della Mandria e dintorni: "Gli agricoltori sono esasperati - aggiunge Michele Mellano, direttore di Coldiretti Torino -. Negli ultimi due anni non tutti i CA e gli ATC, salvo eccezioni, sono intervenuti come avrebbero dovuto, soprattutto con gli interventi preventivi, tra gennaio e marzo, fondamentali per il contenimento dei cinghiali. Sotto questo punto di vista c’è ancora moltissimo da fare. Bisogna ancora superare anacronistiche resistenze da parte dei cacciatori: c’è un freno a mettersi nella logica della gestione della fauna nell’interesse della collettività e non soltanto del carniere in stagione di caccia". 
 
 
 
Cronaca
GRUGLIASCO - Nell'auto il «kit» per rubare in casa: un arresto e tre denunce
GRUGLIASCO - Nell
Nell'ambito dell'operazione "Natale Sicuro" messa in atto dall'Arma dei carabinieri su tutto il territorio provinciale a difesa delle persone sole o anziane.
CASELLE - L'oratorio lancia «Un dono per un sorriso»: giocattoli per i bambini meno fortunati
CASELLE - L
Tutte le informazioni utili per rendere più bello il Natale di tanti giovani
BORGARO - Incendio alla Reinol, l'Arpa conferma: «nessun problema per l'ambiente»
BORGARO - Incendio alla Reinol, l
L'Arpa ha poi ritenuto utile verificare i valori misurati nella giornata nelle stazioni fisse della rete regionale di qualità dell’aria e che monitorano in continuo i parametri di legge e che sono presenti in zona.
VENARIA-VAL CERONDA-ZONA OVEST - Gli amministratori locali in visita alla Commissione Europea
VENARIA-VAL CERONDA-ZONA OVEST - Gli amministratori locali in visita alla Commissione Europea
Presenti i sindaci di Alpignano e Val della Torre e gli amministratori di Venaria, Pianezza e Grugliasco.
VENARIA - Ladri di pneumatici in azione al Gallo-Praile
VENARIA - Ladri di pneumatici in azione al Gallo-Praile
Derubata delle quattro ruote una Giulietta
RIVOLI - Anche due pusher rivolesi nella «banda dello spaccio» sgominata dai carabinieri
RIVOLI - Anche due pusher rivolesi nella «banda dello spaccio» sgominata dai carabinieri
Tra gli arrestati anche un pusher che non ha interrotto la sua attività illecita neanche durante la sua degenza in ospedale. Ha organizzato e pianificato lo spaccio di cocaina mentre era ricoverato.
VENARIA - Tante domande ma poche risposte certe dopo il consiglio aperto sul polo sanitario
VENARIA - Tante domande ma poche risposte certe dopo il consiglio aperto sul polo sanitario
Amministratori e sindacati chiedono un tavolo tecnico.
VENARIA - Giovane studente investito da un'auto in corso Machiavelli
VENARIA - Giovane studente investito da un
E' successo questa mattina, qualche minuto prima delle 8.
VENARIA - Venerdì sopralluoghi di una casa cinematografica nel centro storico
VENARIA - Venerdì sopralluoghi di una casa cinematografica nel centro storico
Lo staff potrebbe contattare al citofono residenti, privati e ditte della zona, per poter visionare location di loro interesse.
VENARIA - Questa sera il consiglio comunale sul futuro della Sanità e dell'ospedale in città
VENARIA - Questa sera il consiglio comunale sul futuro della Sanità e dell
Dalle 19 in Municipio, alla presenza degli amministratori della zona. Polemica la minoranza consiliare venariese: "Il sindaco non voleva organizzarlo adesso ma a gennaio".
Le news di Venaria, Druento e venariese le trovi su QuotidianoVenaria.it
Le notizie di Venaria le trovi su QuotidianoVenaria.it!
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Venariese in tempo reale!
QuotidianoVenaria è un supplemento telematico di QuotidianoCanavese, testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Editore