VAL DELLA TORRE - Dieci migranti in arrivo in paese: tra preoccupazione e rassicurazioni

| L’Amministrazione Comunale lo ha spiegato ai cittadini durante un incontro pubblico che si è tenuto giovedì sera nei locali della Pro Loco, dove erano presenti oltre 150 persone, molto interessate all’argomento.

+ Miei preferiti
VAL DELLA TORRE - Dieci migranti in arrivo in paese: tra preoccupazione e rassicurazioni
Dovrebbero essere una decina i migranti in arrivo a Val della Torre. Si tratta di persone richiedenti asilo, che saranno ospitate nei locali sopra alla biblioteca cittadina.

L’Amministrazione Comunale lo ha spiegato ai cittadini durante un incontro pubblico che si è tenuto giovedì sera nei locali della Pro Loco, dove erano presenti oltre 150 persone, molto interessate all’argomento, visto che in questi giorni è stata molta la preoccupazione della cittadinanza sul tema, con diversi messaggi fuorvianti.

La cittadina della Val Casternone ne ospiterà, come detto, dieci. L’arrivo dei migranti sarà coordinato dalla Prefettura in convenzione con la cooperativa Nemo, secondo le procedure di affidamento dei contratti pubblici che possono vedere coinvolte, oltre alle cooperative, anche associazioni e strutture alberghiere. Quello di Val della Torre non sarà il progetto “Sprar” bensì il progetto “Cas”, vale a dire la nascita sul territorio di un “Centro di accoglienza straordinaria”, con i numeri che sono molto ristretti, per un massimo di una decina di persone.

Lo Stato darà un’una tantum come contributo per la presenza sul territorio e rimborso per eventuali spese sostenute. E a questa cifra si deve anche aggiungere quella dell’affitto dei locali, che dovrebbero essere superiori ai 20mila euro. Soldi che serviranno per “la sicurezza della nostra cittadina”, ha spiegato il sindaco Carlo Tappero durante il suo intervento.

Durante la serata è intervenuto anche il sindaco di Pecetto, Adriano Pizzo, che ha parlato del “caso Pecetto”, che sta portando avanti lo stesso identico progetto. 



“All’inizio i migranti a Pecetto erano 10 presto diventati una trentina provenienti dal Senegal, Mali, Nigeria e Costa d’Avorio. Quasi tutti coloro che hanno già richiesto lo status di rifugiato, hanno ottenuto almeno il riconoscimento umanitario e sono così stati sostituiti da altri. Attualmente tutti svolgono attività lavorative ad eccezione di 7 che stanno seguendo il percorso di formazione. Oggi, a distanza di due anni, possiamo dire che l’esperienza della presenza dei migranti in paese è stata positiva, che non vi sono stati casi eclatanti di ostilità ma che, anzi, la maggioranza dei pecettesi li ha accolti con solidarietà, impegno e dedizione”.

Cronaca
GRUGLIASCO - Nell'auto il «kit» per rubare in casa: un arresto e tre denunce
GRUGLIASCO - Nell
Nell'ambito dell'operazione "Natale Sicuro" messa in atto dall'Arma dei carabinieri su tutto il territorio provinciale a difesa delle persone sole o anziane.
CASELLE - L'oratorio lancia «Un dono per un sorriso»: giocattoli per i bambini meno fortunati
CASELLE - L
Tutte le informazioni utili per rendere più bello il Natale di tanti giovani
BORGARO - Incendio alla Reinol, l'Arpa conferma: «nessun problema per l'ambiente»
BORGARO - Incendio alla Reinol, l
L'Arpa ha poi ritenuto utile verificare i valori misurati nella giornata nelle stazioni fisse della rete regionale di qualità dell’aria e che monitorano in continuo i parametri di legge e che sono presenti in zona.
VENARIA-VAL CERONDA-ZONA OVEST - Gli amministratori locali in visita alla Commissione Europea
VENARIA-VAL CERONDA-ZONA OVEST - Gli amministratori locali in visita alla Commissione Europea
Presenti i sindaci di Alpignano e Val della Torre e gli amministratori di Venaria, Pianezza e Grugliasco.
VENARIA - Ladri di pneumatici in azione al Gallo-Praile
VENARIA - Ladri di pneumatici in azione al Gallo-Praile
Derubata delle quattro ruote una Giulietta
RIVOLI - Anche due pusher rivolesi nella «banda dello spaccio» sgominata dai carabinieri
RIVOLI - Anche due pusher rivolesi nella «banda dello spaccio» sgominata dai carabinieri
Tra gli arrestati anche un pusher che non ha interrotto la sua attività illecita neanche durante la sua degenza in ospedale. Ha organizzato e pianificato lo spaccio di cocaina mentre era ricoverato.
VENARIA - Tante domande ma poche risposte certe dopo il consiglio aperto sul polo sanitario
VENARIA - Tante domande ma poche risposte certe dopo il consiglio aperto sul polo sanitario
Amministratori e sindacati chiedono un tavolo tecnico.
VENARIA - Giovane studente investito da un'auto in corso Machiavelli
VENARIA - Giovane studente investito da un
E' successo questa mattina, qualche minuto prima delle 8.
VENARIA - Venerdì sopralluoghi di una casa cinematografica nel centro storico
VENARIA - Venerdì sopralluoghi di una casa cinematografica nel centro storico
Lo staff potrebbe contattare al citofono residenti, privati e ditte della zona, per poter visionare location di loro interesse.
VENARIA - Questa sera il consiglio comunale sul futuro della Sanità e dell'ospedale in città
VENARIA - Questa sera il consiglio comunale sul futuro della Sanità e dell
Dalle 19 in Municipio, alla presenza degli amministratori della zona. Polemica la minoranza consiliare venariese: "Il sindaco non voleva organizzarlo adesso ma a gennaio".
Le news di Venaria, Druento e venariese le trovi su QuotidianoVenaria.it
Le notizie di Venaria le trovi su QuotidianoVenaria.it!
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Venariese in tempo reale!
QuotidianoVenaria è un supplemento telematico di QuotidianoCanavese, testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Editore