E' bastato seguire e controllare alcuni clienti per scoprire un enorme traffico di droga, fra Venaria e Torino, permettendo così ai carabinieri della compagnia di Venaria e dei colleghi di Torino - coordinati dalla procura della Repubblica di Torino - di dare esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare a carico di 13 persone, di cui 5 in carcere, 2 ai domiciliari e 6 sottoposti all’obbligo di presentazione quotidiana alla polizia giudiziaria.
 
Smerciavano centinaia di dosi di cocaina, hashish e marijuana, per un guadagno di oltre 20.000 euro, soprattutto nel quartiere Le Vallette di Torino - in Piazza Nazario Sauro - ma anche a domicilio, con l’aggiunta di una “tassa carburante” da sommare al costo della droga.
 
I provvedimenti sono scaturiti a conclusione di un’articolata attività d’indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica di Torino supportata da pedinamenti, intercettazioni e riprese video, che ha portato alla luce un rilevante traffico di sostanze stupefacenti interessante l’area popolare del quartiere Le Vallette di Torino ma anche Venaria. 
 
Il gruppo criminale, composto da tredici italiani e da un albanese, di età compresa tra i 25 e i 50 anni, utilizzava con gli acquirenti un linguaggio criptico simulando la vendita di libri, cassette e bottiglie di vino.
 
A presidio dei luoghi dove avvenivano le cessioni della droga erano posizionate, in zone defilate, delle vere e proprie “vedette”, che con l’aiuto di binocoli segnalavano l’arrivo dei Carabinieri.
 
Durante l’attività di indagine i carabinieri di Venaria Reale hanno già eseguito 8 arresti e sequestrato oltre 6 kg di sostanze stupefacenti.

Galleria fotografica

Articoli correlati