RIVOLI-GRUGLIASCO - Donne costrette a prostituirsi: sette arresti - VIDEO

| Dalla Nigeria alla Libia sui carri bestiame, l'odissea di donne sfruttate da connazionali che le destinavano alle strade del torinese

+ Miei preferiti
RIVOLI-GRUGLIASCO - Donne costrette a prostituirsi: sette arresti - VIDEO
I carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Genova hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del Tribunale di Torino nei confronti di sette persone di nazionalità nigeriana ritenute responsabili dei reati di tratta di persone e riduzione e mantenimento in schiavitù, aggravati dal fatto di essere diretti allo sfruttamento della prostituzione. L’indagine, convenzionalmente denominata “EPA” ha preso avvio da una attività investigativa condotta nell’estate 2016 dalla terza Sezione del Nucleo Investigativo carabinieri di Genova per la ricerca di un catturando nigeriano durante il quale emersero contatti che evidenziavano palesemente l’attività illecita svolta da alcuni suoi connazionali dediti al reclutamento, all’introduzione nel territorio dello Stato italiano, al trasporto ed alla riduzione in schiavitù di ragazze nigeriane costrette al meretricio.
   
In particolare, i primi riscontri si concentravano su una coppia di nigeriani che obbligavano due connazionali maggiorenni a prostituirsi in strada nei comuni di Rivoli e Grugliasco. Gli sviluppi d’indagine hanno consentito di individuare un gruppo di persone appartenenti alla comunità nigeriana torinese che dopo aver acquistato giovani ragazze nigeriane nel Paese di origine, le facevano giungere in Italia attraverso i flussi migratori nel Mar Mediterraneo in partenza dalle coste libiche. Le ragazze venivano attirate dalla promessa di una vita nuova in Italia, ben lontana dalla miseria e dalla sofferenza per le condizioni di vita patite nei luoghi d’origine.

Molte di loro, però, impattavano subito con la crudele realtà, affrontando un lungo viaggio verso le coste libiche a bordo di camion per il trasporto di bestiame in condizioni disumane; durante l’odissea attraverso il deserto, che a tappe poteva durare anche mesi, venivano picchiate e violentate, oltre ad essere costrette ad assistere alle feroci esecuzioni di chi si ribellava. In tal modo comprendevano di essere diventate una mera merce di scambio pagata ad un prezzo oscillante tra i 16 ed i 20 mila euro.  Giunte in Italia le donne venivano prelevate direttamente dai loro compratori; arrivate a Torino e nell’hinterland, venivano segregate presso le stesse abitazioni dei loro sfruttatori che le avviavano subito al meretricio obbligandole a corrispondere i proventi dell’attività illecita sia per riscattare i documenti identificativi sottratti con l’inganno di una sedicente occupazione, sia per pagare l’affitto mensile della porzione di strada occupata per prostituirsi.    

L’indagine ha dunque consentito di stroncare lo sfruttamento da parte di sette soggetti (4 uomini e 3 donne) di cinque prostitute poco più che ventenni, ridotte in condizione di totale schiavitù a fine sessuale sulle strade di Rivoli, Grugliasco, Settimo Torinese e Moncalieri, il cui numero sarebbe stato certamente alimentato grazie ai solidi contatti con le organizzazioni criminali strutturate in Africa e dedite alla tratta di esseri umani. Dei quattro uomini destinatari della misura cautelare, di cui due sono stati arrestati a Torino, uno risulta già detenuto in un carcere francese per traffico di sostanze stupefacenti.

Video
Cronaca
VENARIA - Taglio del nastro per lo sportello «Chiedi al Commercialista»: ecco come accedervi
VENARIA - Taglio del nastro per lo sportello «Chiedi al Commercialista»: ecco come accedervi
Lo Sportello offre la possibilità di avere a disposizione un commercialista che presterà una consulenza gratuita di 30 minuti su una richiesta/quesito in materia fiscale e tributaria.
COLLEGNO - Sgomberata la baraccopoli nell'ex acciaieria Mandelli
COLLEGNO - Sgomberata la baraccopoli nell
Polizia locale e carabinieri in azione dopo l'ordinanza del sindaco Francesco Casciano. Nei mesi scorsi le denunce dei cittadini, della Lega Nord e di Collegno Insieme.
COLLEGNO - Recupero Villa 6: il progetto vedrà la luce nel 2019 se...
COLLEGNO - Recupero Villa 6: il progetto vedrà la luce nel 2019 se...
Si accende il dibattito politico tra Città Metropolitana, Regione Piemonte e Movimento 5 Stelle Collegno sui lavori che porteranno alla nascita di una sezione distaccata del liceo Marie Curie di Grugliasco...
ALPIGNANO - Incendio in una ditta di via Montegrappa: fiamme spente dai vigili del fuoco
ALPIGNANO - Incendio in una ditta di via Montegrappa: fiamme spente dai vigili del fuoco
E' successo attorno alle 17 nel cortile dell'officina Bruno Moto.
RIVOLI - Scontro tra due tir in tangenziale: un autotrasportatore finisce in ospedale
RIVOLI - Scontro tra due tir in tangenziale: un autotrasportatore finisce in ospedale
E' successo nella tarda serata di ieri, lunedì 17 settembre, all'altezza del km 22+500, tra gli svincoli Sito e Allamano.
VENARIA - Creano un buco nella pianta e la riempiono d'acido: caccia agli autori
VENARIA - Creano un buco nella pianta e la riempiono d
E' successo in via Pavese. Indaga la municipale
VENARIA - Alla Reggia chiudono le mostre su Salgado e sulla Fragilità della Bellezza: numeri record
VENARIA - Alla Reggia chiudono le mostre su Salgado e sulla Fragilità della Bellezza: numeri record
Tempo di bilanci per due delle mostre più importanti che il polo museale ha ospitato nel corso di questo 2018.
RIVOLI - Tenta di stuprare una ragazza di 19 anni: senegalese fermato dalla polizia
RIVOLI - Tenta di stuprare una ragazza di 19 anni: senegalese fermato dalla polizia
L'uomo avrebbe cercato di violentare una ragazza di 19 anni, di origini marocchine, che era ospite nel suo alloggio da qualche settimana. Le urla disperate della ragazza hanno attirato l'attenzione dei vicini di casa
ZONA OVEST - «Due ruote nella Zona Ovest»: i Comuni incentivano l'uso di bici (e degli autobus)
ZONA OVEST - «Due ruote nella Zona Ovest»: i Comuni incentivano l
Per l’avvio della Settimana Europea della Mobilità Sostenibile, i Sindaci si rivolgono agli automobilisti e li invitano letteralmente a far spazio alle bici, rispettando la distanza di 1.5 metri.
RIVOLI - Cercatore di funghi muore stroncato da un malore nei boschi del Colle Braida
RIVOLI - Cercatore di funghi muore stroncato da un malore nei boschi del Colle Braida
Sul posto sono intervenuti gli uomini del soccorso alpino della Val Sangone, che hanno recuperato la salma ora a disposizione della procura. Sul caso sono in corso gli accertamenti dei carabinieri
Le news di Venaria, Druento e venariese le trovi su QuotidianoVenaria.it
Le notizie di Venaria le trovi su QuotidianoVenaria.it!
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Venariese in tempo reale!
QuotidianoVenaria è un supplemento telematico di QuotidianoCanavese, testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Editore