RIVOLI-GRUGLIASCO - Donne costrette a prostituirsi: sette arresti - VIDEO

| Dalla Nigeria alla Libia sui carri bestiame, l'odissea di donne sfruttate da connazionali che le destinavano alle strade del torinese

+ Miei preferiti
RIVOLI-GRUGLIASCO - Donne costrette a prostituirsi: sette arresti - VIDEO
I carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Genova hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del Tribunale di Torino nei confronti di sette persone di nazionalità nigeriana ritenute responsabili dei reati di tratta di persone e riduzione e mantenimento in schiavitù, aggravati dal fatto di essere diretti allo sfruttamento della prostituzione. L’indagine, convenzionalmente denominata “EPA” ha preso avvio da una attività investigativa condotta nell’estate 2016 dalla terza Sezione del Nucleo Investigativo carabinieri di Genova per la ricerca di un catturando nigeriano durante il quale emersero contatti che evidenziavano palesemente l’attività illecita svolta da alcuni suoi connazionali dediti al reclutamento, all’introduzione nel territorio dello Stato italiano, al trasporto ed alla riduzione in schiavitù di ragazze nigeriane costrette al meretricio.
   
In particolare, i primi riscontri si concentravano su una coppia di nigeriani che obbligavano due connazionali maggiorenni a prostituirsi in strada nei comuni di Rivoli e Grugliasco. Gli sviluppi d’indagine hanno consentito di individuare un gruppo di persone appartenenti alla comunità nigeriana torinese che dopo aver acquistato giovani ragazze nigeriane nel Paese di origine, le facevano giungere in Italia attraverso i flussi migratori nel Mar Mediterraneo in partenza dalle coste libiche. Le ragazze venivano attirate dalla promessa di una vita nuova in Italia, ben lontana dalla miseria e dalla sofferenza per le condizioni di vita patite nei luoghi d’origine.

Molte di loro, però, impattavano subito con la crudele realtà, affrontando un lungo viaggio verso le coste libiche a bordo di camion per il trasporto di bestiame in condizioni disumane; durante l’odissea attraverso il deserto, che a tappe poteva durare anche mesi, venivano picchiate e violentate, oltre ad essere costrette ad assistere alle feroci esecuzioni di chi si ribellava. In tal modo comprendevano di essere diventate una mera merce di scambio pagata ad un prezzo oscillante tra i 16 ed i 20 mila euro.  Giunte in Italia le donne venivano prelevate direttamente dai loro compratori; arrivate a Torino e nell’hinterland, venivano segregate presso le stesse abitazioni dei loro sfruttatori che le avviavano subito al meretricio obbligandole a corrispondere i proventi dell’attività illecita sia per riscattare i documenti identificativi sottratti con l’inganno di una sedicente occupazione, sia per pagare l’affitto mensile della porzione di strada occupata per prostituirsi.    

L’indagine ha dunque consentito di stroncare lo sfruttamento da parte di sette soggetti (4 uomini e 3 donne) di cinque prostitute poco più che ventenni, ridotte in condizione di totale schiavitù a fine sessuale sulle strade di Rivoli, Grugliasco, Settimo Torinese e Moncalieri, il cui numero sarebbe stato certamente alimentato grazie ai solidi contatti con le organizzazioni criminali strutturate in Africa e dedite alla tratta di esseri umani. Dei quattro uomini destinatari della misura cautelare, di cui due sono stati arrestati a Torino, uno risulta già detenuto in un carcere francese per traffico di sostanze stupefacenti.

Video
Cronaca
RIVOLI - Trovato dalla polizia il motociclista investitore: «Ho avuto paura e sono scappato via»
RIVOLI - Trovato dalla polizia il motociclista investitore: «Ho avuto paura e sono scappato via»
La moto era infatti intestata al padre del ragazzo. E ora dovrà fare i conti con una denuncia.
VENARIA - Reggia aperta per i ponti del 25 aprile e del 1 maggio: tutte le mostre in programma
VENARIA - Reggia aperta per i ponti del 25 aprile e del 1 maggio: tutte le mostre in programma
Domani, 25 aprile, aperta dalle 9 alle 18.30. Apertura straordinaria lunedì 30, dalle 9 alle 17. Martedì 1 maggio, dalle 9 alle 18.30.
VENARIA - 25 APRILE: Il programma degli eventi organizzati per il «Giorno di Liberazione»
VENARIA - 25 APRILE: Il programma degli eventi organizzati per il «Giorno di Liberazione»
Si partirà mercoledì mattina, alle 10, con la Santa Messa presso la parrocchia di Santa Maria. Il corteo sarà al pomeriggio, alle 15.30. Da segnalare l'iniziativa "Sotto l'ombra di un bel fior", alle 11.30 al cimitero generale
MAPPANO - Ambulanza della Croce Rossa presa a sassate al campo nomadi di via Germagnano
MAPPANO - Ambulanza della Croce Rossa presa a sassate al campo nomadi di via Germagnano
L’equipe medica, impegnata per un servizio “118”, era stata chiamata per prestare soccorso ad un abitante del campo, che si era sentito male.
VENARIA - Scontro bus e auto: due feriti, uno portato in ospedale
VENARIA - Scontro bus e auto: due feriti, uno portato in ospedale
E' successo ieri sera, attorno alle 23, all'incrocio tra corso Matteotti e via Picco.
DRUENTO - 25 APRILE: Al mattino il corteo, al pomeriggio il concerto per i giovani
DRUENTO - 25 APRILE: Al mattino il corteo, al pomeriggio il concerto per i giovani
L’appuntamento è per le 9.15 in piazza Oropa. Alle 9.30, partenza del corteo dal monumento degli Alpini. Nel pomeriggio, dalle 17 alle 21, in piazza XII Martiri, l'appuntamento musicale
RIVOLI - Moto e auto si scontrano: due centauri finiscono in ospedale
RIVOLI - Moto e auto si scontrano: due centauri finiscono in ospedale
L'incidente questo pomeriggio, all'altezza dello svincolo di corso Allamano. Sul posto, per i rilievi del caso, gli agenti della Polizia Stradale
VAL DELLA TORRE - Scoppia un altro incendio: boschi in fiamme e caccia al piromane
VAL DELLA TORRE - Scoppia un altro incendio: boschi in fiamme e caccia al piromane
Sul posto stanno intervenendo diverse squadre dell'Aib, il corpo dei volontari antincendio della Regione, e dei vigili del fuoco, provenienti da tutti i distaccamenti della zona. A dare l'allarme alcuni residenti della zona
MAPPANO - Sempre più terra di nessuno: i teppisti salgono sulle auto e sfondano i parabrezza
MAPPANO - Sempre più terra di nessuno: i teppisti salgono sulle auto e sfondano i parabrezza
Due gli episodi. In molti chiedono l'installazione di telecamere e una maggiore presenza sul territorio, di giorno e di notte, di carabinieri e agenti della polizia municipale.
RIVOLI - L'associazione a difesa dei non vedenti: «Vogliamo una fermata dell'autobus in via Rivalta 91»
RIVOLI - L
Per il presidente dell'Apri, Marco Bongi: "Senza questa fermata, due cittadini ipovedenti sarebbero costretti a restare chiusi in casa tutto il giorno".
Le news di Venaria, Druento e venariese le trovi su QuotidianoVenaria.it
Le notizie di Venaria le trovi su QuotidianoVenaria.it!
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Venariese in tempo reale!
QuotidianoVenaria è un supplemento telematico di QuotidianoCanavese, testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Editore