PIANEZZA - Il cortometraggio «Ciao Amore» censurato e tolto dal «Film Food Festival» dopo alcune proteste su Facebook

| L'opera del regista Joe Inchincoli è stata definita "inadatta ai bambini" perché tratta la storia di una giovane vita spezzata per colpa di un automobilista ubriaco.

+ Miei preferiti
PIANEZZA - Il cortometraggio «Ciao Amore» censurato e tolto dal «Film Food Festival» dopo alcune proteste su Facebook
Sono bastate una decina di mail, arrivate subito dopo l’ultima serata di “Film Food Festival”, la rassegna cinematografica estiva pianezzese, per far scattare la censura all’ultimo cortometraggio realizzato dal regista Joe Inchincoli, molto noto in paese non solo per abitarci ma soprattutto per la lunga lista di film e cortometraggi di carattere sociale realizzati nel corso di questi anni.

E l’ultima sua fatica si chiama “Ciao Amore” che come spiega lui stesso “è la storia di un bambino, di una giovane vita spezzata per colpa di un automobilista ubriaco”.

Un “corto” che per molti era inadatto ai bambini e che ha scaturito una raffica di polemiche sul gruppo social “Sei di Pianezza se…”, a tal punto che sono pervenute una decina di mail in Comune e che hanno portato il sindaco Antonio Castello e l’assessore alla Cultura, Riccardo Gentile, a censurare il film e a toglierlo dalla programmazione di ogni serata del “Film Food Festival” e proiettato prima che ci fosse la giusta oscurità per dare inizio al film di serata.

Ma qui dall'attesa dell'oscurità alla censura è stato questione di minuti: il tempo di leggere le mail e di decidere per bloccare tutto.

“Sono senza parole - commenta Inchincoli - nel 2018 non dovrebbe esistere la censura ma il dialogo. Ancora adesso non so il perché esatto per il quale sia stato tolto, se non che alcuni genitori si sono lamentati per la crudezza del messaggio, dicendo che non è un film idoneo ai bambini piccoli, che dovrebbe essere un corto per adolescenti, giovani e adulti”.

E dire che il film è stato proiettato “In Italia come in Europa e persino nel Mondo. Ho vinto il premio a Francavilla Sicilia, dove a votarlo come miglior film in concorso al Festival sono stati anche i bambini delle scuole cittadine. Un migliaio di bambini, per la precisione. Nessuno di loro ha detto fosse non adatto. Anzi, hanno apprezzato il messaggio”.

E il regista non ci sta: “Io faccio solo film con bambini e questi bambini lo fanno per aiutare altri bambini che possono essere in pericolo come in questo caso. Tutto è discutibile è vero ma la forma che è stata utilizzata in questo caso non è altro che una sola e semplicissima: riuscire ad attirare l'attenzione in quello che si fa, che è poi la base di ogni lavoro cinematografico. Volutamente non ci sono scene di sangue e violenza, se non la disperazione di due genitori che vedono il figlio per terra ucciso da un ubriaco. Eppure dopo Natale ho portato i nostri figli di 12 e 8 anni al cinema a vedere The shape of water dove siamo rimasti sbalorditi delle scene di sesso che c'erano e che non erano state segnalate. Eppure noi non abbiamo richiesto la rimozione. Vuoi vedere che ora il colpevole sono io che ho realizzato questo corto e non chi si ubriaca e uccide passanti innocenti?”.

 

 

 

 

 

 

 



Cronaca
CASELLE - Problemi per i passeggeri diretti a Trapani: volo in ritardo di tre ore
CASELLE - Problemi per i passeggeri diretti a Trapani: volo in ritardo di tre ore
«La compagnia non ha ancora fornito una spiegazione per l'accaduto», fanno sapere dallo staff di EasyRimborso che si dice pronto ad assistere i passeggeri intenzionati a richiedere il risarcimento
CAFASSE - Idioti deturpano il monumento ai caduti e il muro del cimitero - FOTO
CAFASSE - Idioti deturpano il monumento ai caduti e il muro del cimitero - FOTO
Monumento ai caduti e muro del cimitero di fronte alle lapidi sono stati vandalizzati l'altra notte da ignoti. Un gesto vile e idiota. Qualcosa di veramente inqualificabile che suona come un insulto a tutto il paese
RIVOLI - Rubata la macchinetta per pagare la sosta vicino al municipio
RIVOLI - Rubata la macchinetta per pagare la sosta vicino al municipio
Un mezzo flop come furto, visto che la sosta, ad agosto, non si paga e, di nella macchinetta c'era poco o nulla...
BORGARO - Apre la nuova area pic-nic nel parco Chico Mendes
BORGARO - Apre la nuova area pic-nic nel parco Chico Mendes
I lavori a cura del Comune di Borgaro proseguiranno nelle prossime settimane con il posizionamento di nuove panchine e dei cestini
SP1 DELLA MANDRIA - «La strada è ancora pericolosa»: dopo gli incidenti qualcosa si muove
SP1 DELLA MANDRIA - «La strada è ancora pericolosa»: dopo gli incidenti qualcosa si muove
Non bastano le rotonde costruite in diversi punti nel corso degli anni. A causa (anche) del mancato rispetto del codice della strada, purtroppo, il bilancio di quel tratto di viabilità è ancora pesante
RIVOLI - Escursionista rivolese bloccato in quota salvato dal soccorso alpino
RIVOLI - Escursionista rivolese bloccato in quota salvato dal soccorso alpino
Una donna residente a Genova e un uomo residente a Rivoli, bloccati in parete tra la Punta Udine e la Punta Roma nel Comune di Crissolo (in provincia di Cuneo), recuperati con l'elisoccorso
VENARIA - In mille per l'ultimo saluto ad Andrea e alla sua famiglia, vittime di Genova
VENARIA - In mille per l
C'erano 1000 persone nella cattedrale di Pinerolo, sabato, per l'ultimo saluto ad Andrea Vittone, il 59enne di Venaria, morto con la famiglia mentre erano in auto sul Ponte Morandi di Genova
OMICIDIO SETTIMO - Ex poliziotto di Caselle ucciso per un rimprovero al figliastro
OMICIDIO SETTIMO - Ex poliziotto di Caselle ucciso per un rimprovero al figliastro
Avrebbe reagito alle parole del patrigno che lo esortava a mettere la testa a posto. Così ha preso una pistola e ha sparato. Potrebbe essere questa l'assurda motivazione che ha spinto il 26enne Christian Clemente ad uccidere il patrigno
DRAMMA NELLA NOTTE - Ex poliziotto di Caselle ammazzato dal figliastro a colpi di pistola
DRAMMA NELLA NOTTE - Ex poliziotto di Caselle ammazzato dal figliastro a colpi di pistola
Tragedia ieri sera a Settimo Torinese dove un ragazzo di 26 anni ha ucciso a colpi di pistola il patrigno. La vittima, Domenico Gatti, 59 anni, ex poliziotto in servizio all'aeroporto di Caselle, è morto colpito da diversi proiettili
VENARIA - L'ultimo saluto della città ad Andrea Vittone, morto con la famiglia a Genova
VENARIA - L
Prima di andare a Pinerolo per il funerale, la salma di Andrea ha sostato nella chiesa parrocchiale di San Lorenzo per ricevere la benedizione di don Danilo Piras. Tanta gente ha deciso di tributare la vicinanza della città intera
Le news di Venaria, Druento e venariese le trovi su QuotidianoVenaria.it
Le notizie di Venaria le trovi su QuotidianoVenaria.it!
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Venariese in tempo reale!
QuotidianoVenaria è un supplemento telematico di QuotidianoCanavese, testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Editore