INCENERITORE - Per l'Asl «Non sono aumentate le contaminazioni da metalli»

| A dirlo è l’Osservatorio del progetto “Spott”, per il monitoraggio degli effetti sulla salute nelle aree circostanti l’inceneritore del Gerbido, che precisa come "si faccia sentire l’effetto del traffico veicolare”.

+ Miei preferiti
INCENERITORE - Per lAsl «Non sono aumentate le contaminazioni da metalli»
“L’inceneritore non ha aumentato la contaminazione da metalli della popolazione che vive intorno all’impianto. Anzi, il livello di metalli è diminuito dopo tre anni dall’accensione. Nonostante questa bella notizia, continua a farsi sentire l’effetto del traffico veicolare”.

A dirlo è l’Osservatorio del progetto “Spott”, per il monitoraggio degli effetti sulla salute nelle aree circostanti l’inceneritore del Gerbido, in particolare sulla presenza di metalli nel sangue e nelle urine di un campione di popolazione residente nell’area di ricaduta dei fumi dell’inceneritore confrontato con un gruppo di residenti in altre zone di Torino. 

La riduzione sembra essere dovuta a un miglioramento complessivo della qualità dell’aria nel Torinese che, come viene evidenziato, non ha visto un peggioramento dovuto ai fumi dell’inceneritore del Gerbido. 

Ma nonostante il quadro complessivo sia di miglioramento, il platino e il rodio sembrano presentare una tendenza all’aumento, e solo nei soggetti che vivono nell’area di minor ricaduta, ovvero a Torino. Tali metalli sono principalmente associati alle emissioni veicolari perché presenti nelle marmitte catalitiche. 

Gli altri 17 metalli indagati, sono presenti, anche se al di sotto delle soglie stabilite dalla comunità scientifica internazionale. 

Questo monitoraggio fa parte del progetto SPoTT condotto dall’Asl Città di Torino, Asl To 3, ARPA e Istituto Superiore di Sanità e per conto della Città Metropolitana, un progetto completo di studio sulla salute di un campione selezionato di popolazione residente confrontato con un campione di popolazione torinese lontano dall’impianto. Per quanto riguarda questa parte sui metalli, i prelievi sono stati svolti in tre momenti: prima dell’entrata in funzione dell’inceneritore (giugno 2013), dopo un anno di funzionamento e, infine, dopo tre anni di funzionamento.

I prelievi di sangue e urine si sono svolti sempre a giugno, mese in cui gli impianti di riscaldamento sono spenti e dove inizia a diminuire il traffico veicolare in seguito alla chiusura delle scuole. Questo per ridurre il più possibile le interferenze di altre fonti di esposizione che contribuiscono al normale inquinamento atmosferico. 

Anche nell’ambito degli allevamenti presenti nelle aree circostanti , nonostante il numero di allevatori sia limitato, si osservano concentrazione di metalli in linea con quelle ottenute sui residenti, sia nel confronto temporale, sia rispetto ai valori di riferimento individuati dai principali enti internazionali.

In conclusione, per quanto riguarda il quesito principale di sanità pubblica per cui è stato condotto lo studio, i risultati suggeriscono che le lievi  variazioni nelle concentrazioni urinarie ed ematiche di metalli riscontrate nella popolazione residente non sono associati né all’area di ricaduta delle emissioni (confronto per area) né all’attività dell’impianto (confronto pre/post avvio), ma fotografano  la presenza di esposizioni ambientali generalizzate sul territorio torinese indipendenti dalle emissioni dell’impianto, o esposizioni individuali legati a particolari stili di vita (es. abitudine al fumo).



Cronaca
COLLEGNO - Recupero Villa 6: il progetto vedrà la luce nel 2019 se...
COLLEGNO - Recupero Villa 6: il progetto vedrà la luce nel 2019 se...
Si accende il dibattito politico tra Città Metropolitana, Regione Piemonte e Movimento 5 Stelle Collegno sui lavori che porteranno alla nascita di una sezione distaccata del liceo Marie Curie di Grugliasco...
ALPIGNANO - Incendio in una ditta di via Montegrappa: fiamme spente dai vigili del fuoco
ALPIGNANO - Incendio in una ditta di via Montegrappa: fiamme spente dai vigili del fuoco
E' successo attorno alle 17 nel cortile dell'officina Bruno Moto.
RIVOLI - Scontro tra due tir in tangenziale: un autotrasportatore finisce in ospedale
RIVOLI - Scontro tra due tir in tangenziale: un autotrasportatore finisce in ospedale
E' successo nella tarda serata di ieri, lunedì 17 settembre, all'altezza del km 22+500, tra gli svincoli Sito e Allamano.
VENARIA - Creano un buco nella pianta e la riempiono d'acido: caccia agli autori
VENARIA - Creano un buco nella pianta e la riempiono d
E' successo in via Pavese. Indaga la municipale
VENARIA - Alla Reggia chiudono le mostre su Salgado e sulla Fragilità della Bellezza: numeri record
VENARIA - Alla Reggia chiudono le mostre su Salgado e sulla Fragilità della Bellezza: numeri record
Tempo di bilanci per due delle mostre più importanti che il polo museale ha ospitato nel corso di questo 2018.
RIVOLI - Tenta di stuprare una ragazza di 19 anni: senegalese fermato dalla polizia
RIVOLI - Tenta di stuprare una ragazza di 19 anni: senegalese fermato dalla polizia
L'uomo avrebbe cercato di violentare una ragazza di 19 anni, di origini marocchine, che era ospite nel suo alloggio da qualche settimana. Le urla disperate della ragazza hanno attirato l'attenzione dei vicini di casa
ZONA OVEST - «Due ruote nella Zona Ovest»: i Comuni incentivano l'uso di bici (e degli autobus)
ZONA OVEST - «Due ruote nella Zona Ovest»: i Comuni incentivano l
Per l’avvio della Settimana Europea della Mobilità Sostenibile, i Sindaci si rivolgono agli automobilisti e li invitano letteralmente a far spazio alle bici, rispettando la distanza di 1.5 metri.
RIVOLI - Cercatore di funghi muore stroncato da un malore nei boschi del Colle Braida
RIVOLI - Cercatore di funghi muore stroncato da un malore nei boschi del Colle Braida
Sul posto sono intervenuti gli uomini del soccorso alpino della Val Sangone, che hanno recuperato la salma ora a disposizione della procura. Sul caso sono in corso gli accertamenti dei carabinieri
CASELLE - Un «negozio del falso» in via Circonvallazione: senegalese denunciato
CASELLE - Un «negozio del falso» in via Circonvallazione: senegalese denunciato
I carabinieri hanno sequestrato scarpe e abbigliamento con loghi contraffatti di Nike, Adidas, Saucony, Diesel, Giorgio Armani e Gucci nonché centinaia di etichette in plastica di prodotti già venduti.
VENARIA - La comunità religiosa ha accolto don Danilo e don Enrico
VENARIA - La comunità religiosa ha accolto don Danilo e don Enrico
Saranno rispettivamente i nuovi parroco di San Lorenzo Martire ad Altessano e della Santa Maria di piazza dell'Annunziata.
Le news di Venaria, Druento e venariese le trovi su QuotidianoVenaria.it
Le notizie di Venaria le trovi su QuotidianoVenaria.it!
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Venariese in tempo reale!
QuotidianoVenaria è un supplemento telematico di QuotidianoCanavese, testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Editore